Utente 972XXX
Gentili dottori,
dopo un ivaggio aereo di circa 12 ore mi sono accorta di avere delle cavilgie molto gonfie, senza dolore ma solo pesantezza.
lho notato sia all'andata che al ritorno, inizialmente non ho dato peso alla cosa anche perchè dal giorno dopo cmq avrei camminato parecchio, oggi invece al ritorno mi sono spaventata.
Premetto che non ho mai fatto un viaggio tanto lungo infatti le altre volte non mi era mai successo, soffro di vene varicose e pressione alta (lobivon mezza pastiglia), ho cercato di fare movimenti con le caviglie purtroppo però mi sono addormentata.
Possibile che possa essere una tvp? non ho come detto precedentemente dolore, solo ora che tengo le gambe leggermente sollevate sento come bruciare/pizzicore.
Grazie in anticipo e Cordiali saluti
[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

sempre con i limiti di una valutazione a distanza, vorrei tranquillizzarla dicendole che esistono tali problemi in funzione proprio dei viaggi in aereo soprattutto quelli di lunga durata ed in particolare quando si viaggia su posti in classe economica. questo perchè la posizione seduta per un lungo periodo, soprattutto perchè non è possibile sollevare gli arti inferiori (mentre nelle classi superiori all'economy esiste la possibilità di avere un supporto proprio per sollevare gli arti).

è chiaro che i motivi sono anche altri, per esempio il fatto di non potersi alzare frequentemente e passeggiare in aereo.

il consiglio comunque, in relazione alle premesse, è quello di farsi comunque visitare da un medico per escludere le sue paure.

cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 972XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la celere risposta.
sffrendo di vene varicose ho paura, ma oggi è domenica purtroppo quindi non sono potuta andare dal medico.
Una gamba è stata operata (safena) ho cercato inutilmente di roteare le caviglie, poi mi sono addormentata.
Speriamo bene grazie e cordiali saluti

[#3] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
nel primo post non aveva accennato a questo pregresso problema.

l'uso del condizionale è d'obbligo ancora di più. in queste situazioni ci si dovrebbe alzare e camminare almeno una volta ogni 40 minuti, propro per evitare problemi, c'è chi prescrive addirittura degli anticoagulanti a chi deve eseguire viaggi così lunghi.

ci faccia sapere

cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 972XXX

Iscritto dal 2009
Gentili dottori,
grazie per la clere risposta, cmq nel primo post avevo accennato a questo pregresso problema di vene varicose.
Cmq stamani le caviglie si sono sgonfiate, ho dormito con le gambe alzate, ho solo pesantezza, forse data anche dall'avvicinarsi del ciclo. cmq per sicurezza nel pomeriggio vado dal mio dottore.
Una domanda, dopo quanto tempo si può verificare una TVP?
Non dovrebbe ssere gonfia tutta la gamba?
Ora ho solo pesantezza non più gonfiore. Speriamo bene.
cordiali saluti
[#5] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

un conto è dire sofrrire.. ed un conto essere stata sottoposta ad intervento chirurgico per...

per quanto riguarda la sua richiesta direi che non esiste un tempo in cui può svilupparsi queto problema.

le posso comunque dire e lo dico visto che lei riferisce di aver visto la completa risoluzione dell'edema ai malleoli che in alcuni casi ci si è accorti della prsenza di una tvp per la comparsa delle sue complicanze come per esempio l'embolia polmonare.

quindi condivido la sua intenzione a recarsi dal suo medico, per un controllo.

qualora dovesse nuovamente prevedere un viaggio aereo così lungo si consulti con il suo medico ed eventualmente dopo, in relazione alla decisione del suo medico, ne parli con la sua agenzia di viaggi, prenotando un posto in business!!

mi tenga informato

cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 972XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottore,
grazie ancora per la cordiale risposta.
Sonno andata dal mio medico ha visto le gambe e secondo lui non sussite TVP.
Ma stamani durante il tragitto verso il lavoro mi sono sentita male, forte tachicardia, mi sono recata presso il PS. ecg pressione e saturazione dell'ossigeno tutto nella norma, probabile agitazione.

Come si presenta l'embolia polmonare?
e come è possibile diagnosticare tale complicanza da una TVP? dovrei aspettare di sentirmi male?

Scusi per le tante domande
cordiali saluti
[#7] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

la ringrazio per tenerci informati.

mi sembra quasi un esame all'università.

in realtà da come aveva descritto la situazione poteva simulare un episodio di tale complicanza.

direi che la cosa migliore è non pensarci più, ha fatto anche il controllo come era giusto fare, per avere una conferma della perfetta integrità del suo siatema venoso profondo agli arti inferiori.

le ripeto di seguire quell'accortezza, qualora dovesse ripetere un viaggio così lungo.

ci faccia sognare. dove è stata?

cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 972XXX

Iscritto dal 2009
Credo di essere un medico mancato :-) adoro la medicina, purtroppo però la mia testa mi fa avere tutti i ssintomi immaginabili
(ho sofferto anche di attachi di panico, quindi probabile che ho somatizzato i miei pensieri e preoccupazioni di un embolia)

Il controllo non l'ho fatto tramite ecodoppler però, il dottore mi ha solo guardato e palpato il polpaccio affermando che non c'era stasi venosa.. speriamo bene.

Mi ha dato cmq da prendere pastiglie di vitis vinifera.

Sono stata in Africa, ma non per vacanza e non sono stata nelle zone costiere.. diciamo che ho visto l'Africa vera.

Cordiali saluti
e grazie per la disponibilità dimostratami
[#9] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
possiamo dire quindi che ha avuto una "variante" del mal 'africa!!

gentile tente, vorrei ringraziarla per la sua sollecita rsposta

buona domenica

cordiali saluti