Utente 146XXX
salve. spiego brevemente il mio problema.
Ho avuto un rapporto a distanza con una ragazza per 5 anni. In questi anni ho avuto rapporti sessuali non protetti con lei in media ogni 3-4 mesi. Dopo 2-3 giorni dal rapporto, lei aveva dei forti attacchi di cistite che curava con monuril. Dopo qualche anno decisi di sottopormi ad esame delle urine e dello sperma. Risultato: urine negative, sperma positivo a klebsiella ornithinolytica. Feci una cura di 10 giorni con rocefin. l'esame seguente risulto' positivo a hklebsiella pneumoniae. Altra cura di 15 giorni con rocefin. Dopo tale cura il rapporto si è interrotto. Adesso, dopo 6 mesi circa ho avuto lo stesso problema con un altra partner (dopo 3 giorni dall'inizio dei rapporti-nn protetti ma senza eiaculazione all'interno- un attacco di cistite). E' possibile che sia colpa del batterio klebsiella? Che esami dovrei fare?
Grazie anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Poco probabile che sia una causa batterica di sua origine, potrebbe piuttosto trattarsi di germi della donna trasportati inavvertitamente dalla regione anale a quella vaginale.
[#2] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
grazie tante per la veloce risposta.
Il dubbio è forte perchè pur avendo cambiato partner il problema si è ripresentato nella stessa identica maniera. Potrebbe trattarsi di altri batteri che magari possono essere trovati per mezzo di altri esami (tamponi ecc..)?
Ma per stare sicuro a quele tipo di esami dovrei sottopormi?