Utente 146XXX
salve. spiego brevemente il mio problema.
Ho avuto un rapporto a distanza con una ragazza per 5 anni. In questi anni ho avuto rapporti sessuali non protetti con lei in media ogni 3-4 mesi. Dopo 2-3 giorni dal rapporto, lei aveva dei forti attacchi di cistite che curava con monuril. Dopo qualche anno decisi di sottopormi ad esame delle urine e dello sperma. Risultato: urine negative, sperma positivo a klebsiella ornithinolytica. Feci una cura di 10 giorni con rocefin. l'esame seguente risulto' positivo a hklebsiella pneumoniae. Altra cura di 15 giorni con rocefin. Dopo tale cura il rapporto si è interrotto. Adesso, dopo 6 mesi circa ho avuto lo stesso problema con un altra partner (dopo 3 giorni dall'inizio dei rapporti-nn protetti ma senza eiaculazione all'interno- un attacco di cistite). E' possibile che sia colpa del batterio klebsiella? Che esami dovrei fare?
Grazie anticipatamente.
[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
20% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Poco probabile che sia una causa batterica di sua origine, potrebbe piuttosto trattarsi di germi della donna trasportati inavvertitamente dalla regione anale a quella vaginale.
[#2] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
grazie tante per la veloce risposta.
Il dubbio è forte perchè pur avendo cambiato partner il problema si è ripresentato nella stessa identica maniera. Potrebbe trattarsi di altri batteri che magari possono essere trovati per mezzo di altri esami (tamponi ecc..)?
Ma per stare sicuro a quele tipo di esami dovrei sottopormi?