Utente 131XXX
Salve,
in seguito ad un esame di controllo mi era stata rilevata una glicemia a digiuno pari a 103 mg/dl, quindi vicina alla soglia massima di 105.

Così, dopo circa 3 mesi, ho ripetuto l'esame aggiungendo anche l'emoglobina glicata e il dosaggio dell'insulina e di altri enzimi pancreatici.

Ecco il referto:

AMILASEMIA 74 U/l (V.Rif 27-102)
LIPASI EMATICA 40 U/l (V.Rif <38) quindi ALTA
ALFA 1 ANTITRIPSINA 300 mg/dl (V.Rif 200-300)
GLICEMIA A DIGIUNO 98 mg/dl (V.Rif 70-105)
INSULINEMIA 7,54 micronUl/ml (V.Rif 5-25)
EMOGLOBINA GLICATA(HbA1c) 6.9 % (V.Rif 4-6) quindi ALTA

Avendo parentela con persone diabetiche sia da parte di madre che di padre,questi dati dovrebbero allarmarmi e farmi fare una visita diabetologica?

Altre informazioni sulla paziente:
ragazza, 21 anni, SOTTOPESO, portatrice sana di anemia mediterranea (anemia microcitica, con ipocromia e anisocitosi)con problemi gastroenterologici cronici (diarrea cronica, probabili intolleranze alimentari ancora da accertare, probabile candidosi intestinale quasi appurata), nonna materna affetta da diabete senile, nonno paterno e nonna paterna affetti da diabete senile.


Mi consigliate una visita dal diabetologo, e cosa ne pensate dei referti?


Grazie a tutti voi, attendo risposte.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Andrea Del Buono
28% attività
16% attualità
12% socialità
CELLOLE (CE)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,
ripeterei la glicata ed in caso di positività mi rivolgerei ad un diabetologo
[#2] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Gentile Ragazza, un valore di glicemia a digiuno di 103 mg/dl è indicativo di una condizione denominata "Alterata Glicemia a digiuno" (IFG). L'esame specifico per tale condizione, anche in considerazione della familiarità positiva è la curva da carico orale di glucosio (75 g) con determinazioni della glicemia a T0' e a T120'. A discrezione del suo medico si potrà eseguire anche la determinazione dell'insulinemia nei medesimi momenti.
L'emoglobina glicosilata, rappresentativa della media glicemica dei precedenti due-tre mesi, non è ancora entrata tra gli esami di screening, lo sarà tuttavia tra poco, ma con il dosaggio eseguito con una particolare metodica denominata HPLC. In quel caso un valore superiore a 6.4 % sarà suggestivo di diabete.
Il consiglio che le do è quello di eseguire la Curva da Carico con le modalità descritte.
Molto Cordialmente
[#3] dopo  
Utente 131XXX

Iscritto dal 2009
Vi ringrazio,
infatti ho già prenotato una visita da un endocrinologo-diabetologo il quale dovrebbe farmi fare la curva da carico orale di glucosio dietro consiglio del mio medico di base, soprattutto perchè in queste ultime settimane si sono verificati sensibili sbalzi glicemici soprattutto dopo aver mangiato, a volte è troppo alta e mi viene malore, nausea, svenimento, tachicardia ecc altre volte scende troppo e mi sento male lo stesso.


Vi ringrazio
Cordiali saluti

[#4] dopo  
Dr. Andrea Del Buono
28% attività
16% attualità
12% socialità
CELLOLE (CE)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Signora,
cosa intende per sbalzi glicemici dopo pranzo e scende troppo? Se ci sono valori elevati la curva non è consigliabile.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 131XXX

Iscritto dal 2009
Mi è successo recentemente, almeno tre o quattro volte.

Dopo pranzo, per esempio, dopo aver mangiato un piatto di riso, quindi comunque sempre dopo carboidrati, mi viene una specie di malessere generale con nausea, sudore freddo, tachicardia e svenimento e mi devo stendere finchè non passa. Poichè a casa mia avevo lo strumento elettronico per rilevare la glicemia di mia nonna, che era diabetica, allora l'abbiamo più volte misurata e una volta era a 70 dopo aver mangiato e infatti mi sentivo male. Un'altra volta era oltre 130 e mi sentivo male, come se mi fosse salita di botto rispetto al valore che avevo prima di pranzo, e lo sbalzo di glicemia mi avesse causato il malore. Data la familiarità diabetica molto forte in famiglia, il medico mi ha consigliato la visita endocrinologica più la curva da carico orale di glucosio.
[#6] dopo  
Dr. Andrea Del Buono
28% attività
16% attualità
12% socialità
CELLOLE (CE)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Non penso che lei sia diabetica. E'opportuno controllo endocrinologico presso struttura ospedaliera per valutare se vi siano problemi di asorbimento gastrico e/o alterata funzione di ormoni gastrointestinali.
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Utente 131XXX

Iscritto dal 2009
Si difatti vi sono anche problemi gastrointestinali (diarrea cronica e intolleranze al glutine, al saccarosio, al lievito di birra, ai funghi) e anche casi di candida recidiva difatti sono seguita contemporaneamente anche da un gastroenterologo.

Il tuttò iniziò in seguito all'assunzione di un anticoncenzionale orale di tipo combinato contenente 2 mg di clormardinone acetato, progestinico e 0,03 mg di etinilestradiolo.

Ecco perchè a questo punto crediamo ci sia un problema anche a livello ormonale.

La tiroide è nella norma.
IL resto non si sa
[#8] dopo  
Dr. Andrea Del Buono
28% attività
16% attualità
12% socialità
CELLOLE (CE)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Probabilmente lei è celiaca. Cordiali saluti
[#9] dopo  
Utente 131XXX

Iscritto dal 2009
abbiamo eseguito i test sul sangue e sono risultati tutti negativi, il gastroenterologo effettuerà una colonscopia più biopsia poichè crede che possa essere colite microscopica eosinofila.


tuttavia nel sangue non vi è eosinofilia.