Utente 129XXX
buonasera da un paio di mesi presento una sorta di "fastidio" nella zona inguinale localizzato fra il testicolo destro e il basso ventre (sempre a destra, potrebbe trattarsi della zona dove è presente il cordone spermatico?).

inoltre nelle ultime settimane soprattutto a seguito di rapporti sessuali ho notato una pesante disidratazione del glande e un bruciore sulla punta dell'uretra. questo bruciore si presenta anche quando urino.

potrebbe trattarsi di una cistite? l'utilizzo di monuril/FOSFOMICINA può risolvere? so che è sempre consigliabile una visita dall'urologo/andrologo ma per il momento mi è davvero impossibile recarmi dal medico, ma provvederò quanto prima a farlo..
grazie anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

i suoi disturbi potrebbero essere legai ad un problema infiammatorio delle vie uro-seminali ma questo lo può confermare solo un andrologo od un urologo in carne ed ossa.

Nel frattempo, se desidera però avere più informazioni dettagliate su questi problemi, le consiglio di consultare anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=125422

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=110778

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 129XXX

Iscritto dal 2009
grazie mille per la cortese risposta. questo processo infiammatorio da cosa potrebbe essere causato?

perdite di erezioni durante il rapporto potrebbero essere legate in qualche modo a questo tipo di infiammazione?

la fosfomicina è da considerare come rimedio?


[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

le vere cause di una tale problematica , se confermata , vanno indagate attentamente con il suo andrologo.

I disturbi sessuali poi da lei indicati potrebbe essere secondari al primo problema da lei lamentato ma dovuti comunque ad una forte componente psicologica , legata alle fastidiose sensazioni che le avverte .

Se desidera comunque avere più informazioni dettagliate su queste tematiche sessuali, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450.

Un cordiale saluto.