Utente 144XXX
Buona Sera,
lo scorso 22 dicembre a mia mamma e'stato impiantato un pacemacker a seguito di un BAV di secondo grado tipo 2. Il pacemaker e'un Boston Scientific Altrua S207 DDD. Da quando le é stato impiantato il PM spesso avverte delle pulsazioni e piccoli dolori al petto che sembravano essere spariti dopo la prima regolazione del PM fatta un mese dopo l'intervento. La settimana scorsa queste pulsazioni e dolori sono ritornati e si manifestavano in concomitanza di una attivatà o uno sforzo fisico.
E' ritornata dal dottore che aveva diagnosticato la BAV e questa volta il dottore ha riscontrato una tachiaritmia atriale e le ha prescritto il Cordarone in aggiunta alla cardiospirana che le era stata già prescritta a segiuto della diagnosi della BAV.
Vi sarei grato se poteste spiegarmi un pò nel dettaglio cos'è la tachiaritmia atriale, sarebbe una semplice tachicardia o cosa? Secondo, se é una cosa grave.
Inoltre ho letto sul web che normalmente le tachicardie vengono curate con farmaci dove inizialmente vengono prescritti farmaci più leggeri e in caso di scarso successo si passa al Cordarone. E vero? Se si perché il dottore avrebbe prescritto direttamente il Cordarone? Sulle controindicazioni del Cordarone, viene riportato che questo farmaco é controindicato in caso di Bradicardia e BAV, anche questa cosa mi lascia un pò perplesso, non capisco se questo é vero perché le sarebbe stato prescritto il Cordarone.
La cosa che più mi preoccupa e che tutto questo é successo e si evoluto nel giro di qualche mese, fino ad Agosto scorso sembrava che non avesse problemi e adesso sembra che il cuore stia degenerando rapidamente. Vi sarei estremamente grato se poteste fornirmi indicazioni su tutte le questioni che vi ho posto e se poteste chiarirmi le idee su come bisogna muoversi in questi casi.

Tra qualche giorno mia madre andrà di nuovo a controllo dal cardiologo che la segue, il quale vuole ripeterle ECG a riposo per vedere come risponde con il Cordarone e poi settimana prossima dovrà fare una Scentigrafia al cuore.

Consigliate altri esami? Io ringrazio come sempre lo staff e i dottori di Medicitalia e attendo un vs. riscontro.

Buona Serata e Buona settimana

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
la tachiaritmia atriale, è una aritmia, nel complesso, tra le più diffuse e in genere tra quelle che meglio rispondono all'utilizzo di farmaci antiaritmici, come il cordarone. La terapia antiaritmica, però, segue delle opportune logiche cliniche, che a distanza e senza conoscere nello specifico sua madre non permettono una corretta valutazione del caso. Stia però tranquillo, tale farmaco è abbondantemente utilizzato e conosciuto dai cardiologi, e generalmente è efficace in moltissimi casi.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio dottore. Buona serata