Utente 144XXX
Gentili Dottori,

causa prostatite cronica, da qualche mese ho riscontrato un calo del desiderio sessuale...
Ho fatto gli esami ormonali ed è risultato un livello di prolattina alta:

46 - quantità limite 17

Ho rifatto anche l'esame effettuando dosaggi a distanza di 15 min
Stesso esito...

Adesso dovrò tornare dall'andrologo per sapere sul da farsi.

Condiserando che da un mese dopo cura antibiotica non ho più disturbi alla prostata, e che l'ultimo esame culturale risultava negativo, come mai i valori ormonali non ritornano nella norma?

Non dovrebbe accadere una volta cessata l'infezione / infiammazione?

Ritornerà tutto alla normalità?

Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,

una prolattina alta può essere collegata ad un calo del desiderio, come sintomo ma non alla prostatite cronica, come causa.

Risenta a questo punto il suo andrologo.
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,non so chi le abbia detto che la prostatite modifichi i valori ormonali...Le chiedo se assume farmaci x la gastrite o altro tipo di medicinali per altri motivi.Cordialita'
[#3] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
Non assumo alcun farmaco per gastrite.

Sto continuando a prendere pillole di serenoa repens per avere un effetto curativo sulla prostata, che come le dicevo non mi sta dando più problemi.

Può essere questo farmaco a aumentare la secrezione della prolattina?

Rispondo poi al Dott. Beretta

quindi non c'è alcun legame tra prostatite e iperprolattinemia?

Grazie
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

la Serenoa Repens non è conosciuta come prodotto capace di modificare i livelli ematici della prolattina.

Poi, come già detto dal collega Izzo, nessun rapporto diretto tra infiammazione della prostata e rialzo della prolattina ; infine, se desidera ancora avere più informazioni dettagliate su questo problema, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=125422

Un cordiale saluto.