Utente 295XXX
Salve,
mia madre deve sottoporsi ad una scintigrafia miocardica ma teme una reazione allergica al tracciante (il tallio).

Il tallio può dare reazioni alleriche? Se una persona volesse essere sicura, esistono analisi per verificare l'eventuale allergia al tallio?

Grazie dell'aiuto,
Luca

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
9160

Cancellato nel 2008
Gentile utente per rispondere alla sua richiesta mi serve sapere chi ha prescritto l'esame (un medico di base ? uno specialista ?.Per quale motivo sua madre esegue tale indagine ? Attualmente e' raro(solo casi selezionati) l'utilizzo del 201 tallio cloruro in quanto e' possibile avere informazioni dettagliate con radiofarmaci più sicuri e che comportano una minore esposizione alle radiazioni ionizzanti.

Mi faccia sapere.

Cordiali saluti
Dott.Antonino Restuccia
[#2] dopo  
Utente 295XXX

Iscritto dal 2007
Buongiorno dottore,
mia madre accusava da qualche tempo dei dolori al petto (tipo "fitte").

Il cardiologo ha escluso eventi particolari, ma le ha prescritto una scintigrafia miocardica (da effettuare anche sotto sforzo).

Mia madre, molto apprensiva, teme possibili reazioni allergiche relativamente alle sostanze iniettate. Non le è stato indicato esplicitamente il tallio.

Quali sono le sostanze normalmente utilizzate in questi casi? E' possibile effettuare preventivamente dei test, per verificare l'assenza di specifiche allergie con le sostanze utilizzate?

Cordiali saluti e grazie dell'aiuto,
Luca
[#3] dopo  
9160

Cancellato nel 2008
Gentilissimo signor Luca sua madre si sottoporra' a questo esame per escludere un'eventuale cardiopatia ischemica.Le metodiche medico-nucleari sono sicure e non comportano quasi mai allergie.Non sono descritte in letteratura grosse reazioni avverse.In virtù di cio' e della mia quotidiana esperienza mi sento di rassicurare pienamente sua mamma.Attualmente i radiofarmaci d'elezione utilizzati sono il 99mTc-sestamibi e il 99mTc-tetrafosmina farmaci sicuri e non gravati da tossicita' come il tallio.Non conosco test che possono valutare l'eventuale ipersensibilita' a tali radiofarmaci in quanto vengono iniettate in vena solo dosi traccia; e' da riconoscere il fatto che tali radiocomposti possono essere considerati del tutto fisiologici in quanto sfruttano processi fisiologici e biochimici tipici della cellula.

Cordialita'
Dott.Antonino Restuccia