Utente 148XXX
Buon giorno.Sono in cura per problemi di ipertensione.Il mio medico curante mi ha prescritto l'Ecocolordoppler TSA il cui esito è stato:
"netto sovraccarico ateromatoso di entrambi le diramazioni della carotide con interessamento dall'origine della CE e della CI senza stenosi rilevante.Vertebrali pervie orotgrade con dominante sinistra".
Mi devo preoccupare? Le analisi del sangue sono tutte a posto

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Pietrino Forfori
36% attività
16% attualità
16% socialità
SAVONA (SV)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Gentile utente
sempre con i limiti di un consulto a distanza e, limitatamente a quanto da Lei riportato, per poter esprimere un giudizio sul suo livello di rischio cardiovascolare , mancano alcuni elementi importanti e, specificatamente in relazione all'ecocolordoppler , non segnalate placche aterosclerotiche, manca la valutazione dell'IMT (spessore dello strato miointimale della parete arteriosa).
sui nostri Minforma può trovare interessanti letture sull'argomento ed in particolare, scusandomi per l'autocitazione, "check up vascolare :l'ecocolordoppler nella valutazione del rischio" .
A sua disposizione per eventuali ulteriori.
[#2] dopo  
Utente 148XXX

Iscritto dal 2010
Ringrazio sentitamente il Dott. Forfori per la sollecita risposta.Confermo che nella testuale relazione non sono segnalate placche arteriosclerotiche e manca la valutazione dell'IMT.Non è sufficiente per escludere a priori la presenza delle stesse placche? Non sempre questa tecnica è in grado di individuarle? Sono necessari altri esami? Grazie
[#3] dopo  
Dr. Pietrino Forfori
36% attività
16% attualità
16% socialità
SAVONA (SV)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Gentile utente
la valutazione del rischio vascolare tiene conto di piu fattori,
l'assenza di placche è una buona cosa,
per una stratificazione migliore sarebbe utile il dato dell' IMT
Lecocolor doppler rappresenta il gold standard della diagnostica vascolare carotidea in questa fase.

Ribadisco l'invito alla lettura di
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=60423
[#4] dopo  
Utente 148XXX

Iscritto dal 2010
Ho letto con attenzione la pubblicazione del Dott.Forfori che ringrazio ancora.Mi scuso per il refuso (intendevo scrivere "placche aterosclerotiche" e non "arteriosclerotiche"!)
Il dato dell'IMT è dunque importante,ma nella relazione che mi è stata consegnata non se ne fa cenno!
Esame poco accurato? Oppure lo specialista potrebbe valutare l'entità dell'IMT dall'esame delle foto consegnate insieme alla relazione?
Grazie
[#5] dopo  
Dr. Pietrino Forfori
36% attività
16% attualità
16% socialità
SAVONA (SV)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Molto probabilmente l'ispessimento intimale è nella definizione
"netto sovraccarico ateromatoso di entrambi le diramazioni della carotide con interessamento dall'origine della CE e della CI senza stenosi rilevante"
dell'esame da Lei eseguito.
Le consiglio di farsi calcolare il "rischio vascolare personale" col punteggio individuale e di intraprendere gli eventuali opportuni cambiamenti di stili di vita e/o terapie eventualmente necessarie.

a disposizione
[#6] dopo  
Utente 148XXX

Iscritto dal 2010
Il mio medico curante ha ritenuto l'esito dell'ECD TSA nei limiti della norma data la mancata indicazione nel rapporto della presenza di eventuali placche e dello spessore medio-intimale,a suo avviso non richiesta se il valore non è significativo. Ha valutato come basso il rischio personale cardiovascolare e quindi deciso che non sono necessarie altre terapie oltre al normale trattamento antiipertensivo.
Meglio una vsita da uno specialista in malattie cardiovascolari o cardiologo per maggiore sicurezza?
[#7] dopo  
Dr. Pietrino Forfori
36% attività
16% attualità
16% socialità
SAVONA (SV)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente
alla luce delle valutazioni fatte
direi di seguire le indicazioni del suo medico curante che, quando lo riterrà opportuno, modificherà terapia o prescriverà approfondimenti diagnostici.