Utente 147XXX
Buonasera, grazie per l'occasione che mi date. Ho 62 anni peso 83 kg. per 1,70 di altezza. Questa sera ho eseguito un ecocolordoppler tsa di controllo, questo è il risultato: Ispessimento intimale delle carotidi comuni con IMT max di mm.1.
A DX, sottile placca tenumente ipocogena omogenea lamellare della biforcazione a superfice regolare determinante una stenosi tra 20 e 25% del diamentro.
A SN, placca tenuemente ipocogena della biforcazione carotidea parzialmente estesa all'ostio della carotide esterna, a superficie regolare, omogenea e determinante a livello della biforcazione una stenosi max al limite del 45% del diametro.
flusso a valle regolare bilateralmente con evidente progressione del quadro lesionale SN.
Arterie vertebrali: nella norma nel tratto intertrasversario.
Succlavie indenni da lesioni stenosanti.
Tronco anonimo di calibro nella norma.
controllo periodico (6-9 mesi).
Grado di lesione stimato con metodo ECST.
Visto che un anno fa sia a DX sia a SN i diametri erano del 20% e notando a SX un più del doppio, chiedo gentilmente: 1) una dieta mirata potrebbe ridurre l'ispessimento, o non ci sarà più un rissorbimento dell placca? 2) dovrò prendere dei farmaci adeguati per il futuro? 3)quando abbisogna l'intervento chirurgico ?. Grazie di cuore per la risposta che potreste darmi ossequi.
NB: prendo già del Lucen 20 a causa di un reflusso gastico e Lercadip 10mg per il controllo della pressione.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Pietrino Forfori
36% attività
16% attualità
16% socialità
SAVONA (SV)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Gentile utente
la presenza di placche ats carotidee rivelate ad un esame ecocolordoppler, sono indice di patologia arteriosa.
Sarebbe bene che si sottoponesse ad una valutazione globale da parte del suo medico curante, ai fini dell'impostazione di un programma terapeutico appropriato.

nel ns minforma che le posto di seguito, può trovare utili indicazioni.

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=60423