Utente 149XXX
Salve, la mia ragazza ha subito la settimana scorsa una distorsione alla caviglia durante il lavoro. in pronto soccorso le hanno riconosciuto l'infortunio per 5 gg con eventuale prolungamento. finiti i 5 gg si è recata da un medicodi base (non il proprio perchè lei è qui in lombardia per motivi di studio e lavoro) che dopo averla visitata e controllando i referti del ps le ha riconosciuto il prolungamento per altri 7 gg. può la sua azienda rifiutare il prolungamento e chiedere che sia solo il medico aziendale a convalidare il prolungamento? è giusto che il medico le abbia dato il prolungamento e non la malattia? grazie
[#1] dopo  
Dr. Francesco Genna
20% attività
0% attualità
0% socialità
MONZA (MB)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
il medico d'anzienda non ha alcun titolo per sottoporre la sua ragazza a visita medica per validare o meno prolungare l'infotunio. Invero al medico competente è fatto assoluto divieto (ai sensi dell'art. 5 della L. 300/70) di sottoporre a visita il dipendente assente dal lavoro per malattia o per infortunio. E' obbligatorio sottoporre il dipendente a visita solo al rientro al lavoro e dopo un'assenza prolungata (almeno 60 giorni). Il datore di lavoro deve accettare il prolungamento di infortunio dato dal medico di medicina generale. L'ente che può sottoporre a visita la sua ragazza è l'INAIL, ma generalmente ciò non avvine per infortuni con prognosi breve e prevedibile sulla base dell'infermità denunciata.
Cordialmente
dott. Francesco Genna
[#2] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio molto per la sua risposta dott. Genna

Cordiali saluti

Simone