Utente 160XXX
Gentilissimi Dottori,
chiedo prima di tutto scusa in anticipo nel caso in cui la mia domanda non fosse pertinente con la specialità richiesta.
Scrivo per avere informazione e pareri sull'utilizzo della sigaretta elettronica come "sostituto" della sigaretta tradizionale ed in particolare delle sostanze principali che compongono il liquido base grazie alle quali queste sigarette funzionano ovvero: Glicole Propilenico e glicerolo vegetale.
So benissimo che non esistono studi riguardo gli effetti dell'inalazione di queste sostanze a lunga durata, d'altro canto non sistono neanche studi sugli effetti di inalazione di una saponetta o del dentifricio ma credo che in linea di massima possiate dare un vostro parere non sulla "bontà" o meno di questo strumento ma sulla possibile, probabile o improbabile tossicità e/o pericolosità che la sigaretta elettronica può avere ... o non avere.
La mia domanda si estende anche su altre sostanze che compongono, se pur in percentuali bassissime, il "liquido base" presente nelle cartucce, ovvero aromi alimentari (circa il 2% per 50ml) e nicotina (da un minimo di 18mg x ml a salire), quest'ultima, ovviamente, rigorosamente sintetizzata in laboratorio.
Mi rendo conto che da fumatore forse dovrei partire col pensare che nulla è confrontabile con le circa 4000 sostanze chimiche presenti in una sigaretta tradizionale oltre la nicotina e la combustione e mi rendo conto che la cosa migliore è SEMPRE quella di smettere di fumare o di non iniziare MAI, ma magari è apprezzata la "buona volontà" da parte mia se pur nel cercare espedienti che facciano da tranpolino di lancio per il gran passo.
Spero di avere vostre opinioni in merito a quanto richiestovi.
Vi auguro buon lavoro e vi ringrazio anticipatamente.
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
L'ha risposta se l'è data da solo
>>So benissimo che non esistono studi riguardo gli effetti dell'inalazione di queste sostanze a lunga durata, d'altro canto non sistono neanche studi sugli effetti di inalazione di una saponetta o del dentifricio ma credo che in linea di massima possiate dare un vostro parere non sulla "bontà" o meno di questo strumento ma sulla possibile, probabile o improbabile tossicità e/o pericolosità che la sigaretta elettronica può avere ... o non avere.>>

Se lei mi chiedesse informazioni sulla saponetta sarei disonesto professionalmente se , in assenza di studi, le rispondessi fa male o fa bene,solo perchè questo è il risultato non di studi ma la evidenza che deriva da singoli episodi che dimostrano...che la saponetta possa probabilmente far più male che bene se ingerita.

Dinnanzi invece ad un quesito serio come il suo non si può che attendere l'esito di studi che ovviamente valutano i risultati a distanza di tempo. Sin qui purtroppo per effetto del fatto che fino ad esso non esistono prove scientifiche che assolvono del tutto la sigaretta elettronica, stiamo assistendo alla campagna commerciale pro qquest'ultima che ovviamente non fa testo perchè interessata.

Trapelano pur sempre anticipazioni su alcuni studi che invitano a non utilizzarla sino a che questi verranno comunicati al mondo scientifico.

Di certo l'Organizzazione Mondiale della Sanità guarda con sospetto questa innovazione dopo le dichiarazioni di alcuni esperti che sul British Medical Juornal hanno indicato nella sigaretta elettronica vari composti tossici e cancerogeni, anche se forse in quantità minore rispetto a quella tradizionale. E quindi già si potrebbe concludere che non sono quelle elettroniche del tutto innocue come le campagne assordanti vorrebbero mostrarci.

Siamo comunque a risultati preliminari filtrati che non ci autorizzano ad una conclusione definitiva.

.





[#2] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Per curiosità sono andato a rivedere cosa si dice sulla rete e devo dire....che avevo le idee più chiare prima
perchè è veramente difficile discriminare i vari interessi in gioco che sono l'equivalente di un paio di finanziarie del nostro Paese.
Da non sottovalutare quelli anche delle industrie del tabacco tradizionale che ovviamente hanno interesse a parlarne male della sigaretta elettronica.

Pertanto come fonti serie ci fermiamo al British Journal
e al comunicato della Food and Drug Administration, che preliminarmente, senza precisare le quantità ( quindi è possibile che siano in quantità inferiore alla sigaretta tradizionale) hanno rilevato alcune sostanze cancerogene nel vapore(*) prodotto dalle e-sigarette di due marche.


(*)...che i produttori delle sigarette garantiscono essere innocuo (sic!)

Aspettiamo quindi a trarre conclusioni fuorvianti perchè una già ce l'abbiamo : CONVIENE SMETTERE DI FUMARE !
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ho trovato una buona sintesi di quanto abbiamo scritto
in un articolo divulgativo di dicembre scorso che spiega molto bene come si ottiene "l'effetto fumo", creato dalle cartucce mediante una miscela liquida di acqua, glicerina e glicole propilenico, un solvente impiegato nel confezionamento di creme cosmetiche.

http://salute24.ilsole24ore.com/farmaceutica/dipendenze/3259_Occhio_alle_e_sigarette:anti_gelo_e_nicotinapeggio_del_tabacco.php
[#4] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2006
Gentile Dr. Salvo Catania
trovo lodevole il suo interessamento al mio quesito, interessamento che sarebbe doveroso anche da altri colleghi che poi sono quelli che ci rimproverano di essere fumatori e ci esortano a smettere elencando le numerose controindicazioni.
Quando ho iniziato a fumare 20 anni fà non si conoscevano tutte le informazioni e le conseguenze del fumo, la vendita era consentita ai minori, films e pubblicità sponsorizzavano le varie marche di sigarette e il dibattito in merito era in alto mare. Non vorrei trovarmi tra altri 20 anni nella stessa identica situazione ma con una sigaretta elettronica in mano anzichè una tradizionale !
L'articolo da lei citato è interessantissimo, sapevo anche io di un iniziale utilizzo del dietilene glicole altamente cancerogeno e quindi opportunamente sostituito dal glicole propilenico che però sembra avere le stesse proprietà cancerogene anche se in misura minore (anche quest'ultimo infatti se pur in minore quantità è utilizzato per gli anti-gelo). Meno problemi sembrano esserci invece per il glicerolo vegetale e gli aromi alimentari che danno il sapore alla sigaretta. Purtroppo è proprio il dietilene glicole o il glicole propilenico l'elemento principale, quello che da, come direbbero i fumatori, la "botta in gola" come una sigaretta normale.
Tuttavia non mi fido molto delle ricerche pro e anti effettuate in america dove gli interessi sono troppo alti e in antitesi tra di loro, rimango invece in attesa di un giudizio del OMS e la relativa presa di posizione a livello giuridico nel nostro paese dato che, è bene ricordarlo, queste sigarette vengono liberamente vendute in farmacia e quindi molte poche persone si pongono gli stessi dubbi perchè rassicurati da questo.
Spero che Lei in futuro possa aggiornare questo post con nuove informazioni io nel frattempo, ripongo la mia sigaretta elettronica comprata pochi giorni fà, nel cassetto aspettando altre notizie.
Grazie ancora per la sua disponibilità ed il suo impegno professionale.
[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Complimenti...con pieno merito mi ha rubato il mestiere !