Utente 151XXX
Buongiorno, sono nuovo del forum.
Spiego il mio problema: da ottobre scorso, nei giorni dopo un' influenza, ho avvertito un dolore allo sterno (parte alta centrale-destra) progressivo, nel senso ke è aumentato nelle due-tre settimane successive, provando dolore quando spingevo la testa in avanti, ruotavo il busto, e se comprimevo con le mani. Poi mi è passato ma periodicamente è diventato periodico, nel senso che mi passa (per una due settimane) e poi si ripresenta (per qualche giorno). Però, a differenza della prima volta, non provo dolore ruotando il busto ma solo spingendo la tesa in avanti e facendo alcuni movimenti (anche se il dolore è molto meno fastidioso della prima volta, direi più che un dolore è un fastidio). La cosa che mi preoccupa di più è che mi fa male (ancora oggi) quando esercito una pressione con le mani.
Il dolore si presenta maggiormente quando mi alzo dopo essere stato seduto rilassato per alcuni minuti.A volte mi sembra come una contrattura.
Preciso che a riposo non mi da alcun fastidio (tranne che se esercito una pressione abbastanza energica.
Ringrazio per le eventuali risposte.
[#1] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buongiorno,

ricordo anzitutto che i consulti online non possono in nessun modo sostituire la visita medica, porre diagnosi o indicare terapie.

Detto questo, nei giovani adulti, un dolore cronico localizzato in sede condro-sternale, che aumenti alla pressione con le mani, è nella maggioranza dei casi espressione di un'infiammazione cronica (sternocondrite o s. di Tietze): in questi casi, dopo un'opportuna visita medica e un approfondimento con esami ematici ed un'eventuale visita specialistica reumatologica o internistica, si procede con una terapia anti-infiammatoria per un periodo di 3-4 settimane a seconda dei casi, con risoluzione del quadro.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 151XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio della veloce risposta.
Al più presto andrò a fare la visita e farò esami ematici. Mi ero già recato dal medico di base che visitandomi disse che non è nulla di particolarmente preoccupante. Mi prescrisse soltano un elettrocardiogramma che ha dato esiti negativi.