Utente 105XXX
Gentili dottori,
dopo tutti i problemi che ho avuto, dopo essere stato dall'andrologo, il quale mi ha prescritto solo un'integrazione di vitamine che non è servita a niente, ho ancora i soliti problemi di erezione che avevo tempo fa. Non sono tornato dall'andrologo per paura di dirlo ai miei genitori, perchè per me è molto difficile parlarne con loro.. Il fatto è che non credo sia normale per un ragazzo di 17 non avere erezioni mattutine MAI e sottolineo mai, neanche parziali. é proprio questo che mi fa pensare che il problema non sia di natura psicologica. Inoltre, durante la masturbazione (ma non solo) noto che l'erezione, sia da seduto che sdraiato che in piedi è presente solo quando porto in fuori il bacino e contraggo i muscoli delle gambe. Riesco a raggiungere l'erezione solo in alcune posizioni, in altre sento il mio pene come scomparire, cioè non reagisce minimamente agli stimoli: potrebbe essere una fuga venosa (premetto che ho il bacino spostato a causa di un piede piatto che ho fin da piccolo, e questo secondo me potrebbe aver influito sulle vene)?? Volevo sapere se effettivamente le erezioni mattutine sempre assenti potrebbere essere di natura psicologica, e se per favore potreste consigliarmi quali esami eseguire in modo che poi io possa dirlo al mio andrologo, per non trovarmi spiazzato e non pendere completamente dalle sue labbra, in quanto lui ne saprà esattamente quanto voi e ha già preso la mia situazione alla leggera una volta, quindi non mi fido più di tanto. A Viterbo c'è un solo andrologo. Grazie.

PS: il problema potrebbe essere causato totalmente dal fumo? fumo da 3 anni.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
difficile dare torto a chi ll' ha visitata, nè d' altra parte questo forum può permettersi di armarsi. Anche p4erchè visto il numero è la qualità dei suoi precedenti consulti,, nonchè il suo scettiocismno nei confronti del collega (sono sintomi clinici) la diagnosi di psicologica si rafforza. Ora le erezioni mattutine hanno poco significato in sè. Pertanto se crede si può sempre pensare a psicoterapia, se trova ostico parlare coi suoi, siam qua noi ad aiutarla.