Utente 152XXX
Salve. Circa poco più di un mese fa sono stato sottoposto ad un intervento chirurgico poichè affetto da fimosi. Non mi è stata fatta nessun tipo di circoncisione, soltanto un taglio verticale nel prepuzio. Dopo circa due settimane mi son caduti tutti i punti che mi erano stati applicati e adesso con molto lavoro riesco a scoprire l'intero glande anche in erezione.
Però adesso ho un problema, la pelle, non ancora del tutto elasticizzata penso, in erezione mi fa piuttosto male.. e soffro ancora di ipersensibilità al glande.
Cosa posso fare? Continuare ad aspettare che si risolva tutto con il tempo come ho fatto fino a adesso, oppure posso provare qualcosa?
Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

quadri clinici particolari come il suo non possono essere affrontati e tanto meno capiti e risolti tramite una semplice e-mail e richiedono sempre una attenta valutazione clinica diretta.

A questo punto, senza perdere altro tempo prezioso, riconsulti il suo medico di famiglia che, esaminato in prima istanza il suo problema, potrà eventualmente indirizzarla successivamente di nuovo verso una più mirata rivalutazione specialistica andrologica.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

il tipo di intervento chirurgico subito è un po' inusuale .
Dovrebbe parlarne con il chirurgo che la ha operata per capire se sono presenti complicanze legate all'intervento o se si tratta solo di un normale decorso postoperatorio
cari saluti
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

ci tenga comunque aggiornati sui suoi futuri passi per capire la sua attuale situazione clinica, se lo desidera.

Ancora un cordiale saluto.