Utente 153XXX
Buongiorno,
all'età di 8 anni circa alla fine dell'estate mi è apparsa una macchia scura (marrone) sulla spalla sinistra (la ricopre interamente). Vari Dermatologi nel corso degli anni mi hanno detto che si trattava di un nevo di becker e che non si poteva fare nulla e che mi sarebbero, molto probabilmente, spuntati dei peli sopra con gli anni. Per anni non ho fatto niente, finchè qualche mese fa un medico estetico mi ha detto che trattandolo con un un nuovo laser (laser palomar starlux con manipolo lux g) si sarebbe "cancellata" in massimo tre sedute.Preciso che per fortuna non mi sono mai spuntati dei peli (oggi ho 33 anni) e spero che non mi spuntino. Leggendo su internet ho letto però che questo tipo di neo in genere viene ai maschi, non so se può essere utile, ho in passato riscontrato avere gli androgeni leggermente alti, non la produzione ma quelli periferici, (non ricordo esattamente i termini medici adatti, ma spero di essermi spiegata) e da circa dieci anni prendo dosi bassissime (1/8) di androcur i primi 10 gg del ciclo inizialmente associato alla pillola da qualche anno da solo, esclusivamente al fine di mantenere gli efffetti. Ho precisato questa cosa solo per capire se può essere la causa di tale neo o comunque può interferire nella sua eliminazione o magari nella comparsa della peluria sullo stesso in futuro. Ritornando al trattamento laser (o luce pulsata, non so esattamente di cosa si tratti) mi sono fidata del medico e ho il primo giorno fatto solo una picccola prova al centro della macchia, e sulla zona trattata dopo 2 giorni è apparsa una bolla piena di liquido (come una bruciatura )che dopo qualche giorno dapprima si è spaccata spontaneamente e nel giro di 20 giorni la pelle è diventata rosa e poi bianca (dunque in quella zona la macchia è sparita totalmente ed è dunque però rimasta un discromia spero transitoria). Visto l'effetto della prova ho pensato che effettivamente la macchia sarebbe stata eliminata e mi sono fidata. Oggi ho fatto già tre sedute (a distanza di 20 gg circa) ma la macchia e leggermente schiarita e in alcuni punti ha delle macchie bianchissime (laddove mi sono uscite delle bolle con dentro del siero) per farla breve è più "brutta" di prima, non è uniforme. Fra qualche giorno devo fare la quarta seduta e vorrei capire cosa sta succedendo, il medico mi dice che se ne andrà ma io ho qualche perplessità, vi chiedo innanzitutto se secondo voi quelle macchie bianche diventeranno almeno del mio colore di pelle naturale o resteranno sempre bianche? poi, è il laser giusto per trattare questo tipo di neo? sta per arrivare l'estate dopo quanto tempo e con quale precauzione posso andare al mare ? ma se ora interrompo e la macchia non è ancora andata via secondo voi posso riprendere il trattamento magari dopo l'estate? perchè in alcuni punti è sparita e la pelle è diventata bianca ed in altri si è solo leggermente schiarita ? è normale che dopo il trattamento mi vengono delle vesciche ? Grazie anticipatamente

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Rispondo alla sua domanda asserendo che la strumentazione ideale per il trattamento del Nevo (amartoma) di Becker (la quale è una disembrioplasia benigna) è a mio avviso il Laser Q-switched in modalità KTP.

Cari saluti

Dott. LAINO, Roma
[#2] dopo  
Utente 153XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la celere risposta, ma a riguardo le vorrei chiedere se conosce il laser palomar starlux, con cui sto trattando adesso il neo e se percaso dovessi capire che questo non da risultati posso completare con quello da lei indicato ? ed eventualmente quanto tempo deve passare ? Grazie
[#3] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
la macchina da Lei menzionata è una luce pulsata. Non ho esperienza di trattamento dei nevi di Becker con luce pulsata, spero che qualcuno dei miei colleghi ne abbia trattati un certo numero riportando delle impressioni.
Ho al contrario trattato numerosissimi nevi di Becker con il laser Q switched in modalità KTP, cioè con la lunghezza d'onda 532 nm, con risultati molto variabili ma generalmente non eccellenti in particolare se il nevo è ricco di peli.
Cordialissimi saluti
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Non ho mai sentito che una luce pulsata (a prescindere dalle marche e quindi di qualsiasi marca) possa essere impiegata nel trattamento del nevo di Becker.

cari saluti

Dott. LAINO, Roma
[#5] dopo  
Utente 153XXX

Iscritto dal 2010
Egregi Dottori, sperando di non approfittare della vostra gentilezza e disponibilità vorrei se possibile un ulteriore vostro parere/consinglio in merito, considerato anche che mi inizio a preoccupare, dopo questi trattamenti con luce pulsata la macchia si è un pò schiarita ed in alcuni punti (centralmente )si sono formate delle macchie (discromie)bianche ovvero più chiare anche del colore della mia pelle, secondo voi queste discromie sono transitorie ? potrò espormi al sole e fra quanto più o meno ? o meglio dopo quanto tempo dall'ultima seduta ?
[#6] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Mi spiace ma non avendo mai effettuato un trattamento con luce pulsata su un Becker non posso rispondere con precisione alle sue domande. Chi ha effettuato il trattamento dovrà farlo nell'ambito di una routinaria visita di controllo.