Utente 711XXX
Salve volevo un parere e delle maggiori spiegazioni riguardo il problema in oggetto.
Ho 40 anni, maschi, non fumatore, no alcolici, attività sportiva moderata da amatore (2 volte a settimana) peso 78 kg.
Familiarità: mio padre e e i suoi 4 fratelli tutti con problemi cardiaci
1 deceduto in giovane età (44-46 anni) per si dice "infarto", 1 deceduto per infarto all'età 55 anni, mio padre infarto a 71 anni non deceduto, altri 2 pressione alta e cardiopatici.
Ho fatto dei controlli per "prevenzione" e sono alquanto preoccupato e le spiego:
ECOCARDIOGRAMMA:
- qualità tracciato: discreta
- atri sx A.P.= 31 mm
- aorta =25 mm.
- setto interventricolare, spessore= 8 mm.
- ventricolo sx spessore= 9 mm
ventricolo sx DTD= 53 mm DTS= 33 mm
CONCLUSIONI:
ventricolo sx di normali dimensioni e con lieve riduzione della funzione contrattile (EF 45-50%)a causa di lieve ipocinesia diffusa più accentuati lungo la parete laterale. Atrio laterale sx nei limiti. Aorta tricuspide. Sezioni destre nei limiti. lieve iperrifrangenza del pericardio lungo la parete laterale in assenza di versamento.
DOPPLER : nei limiti.
DIAGNOSI:
Lieve disfunzione sistolica ventricolare sx in soggetto con familiarita' positiva per morte improvvisa in giovane eta' (fratello di mio padre)
NON NECESSITA DI TERAPIA CARDIOLOGICA
CONTROLLO CARDIOLOGICO TRA 6 MESI
UTILE HOLTER ECG
ECOSTRESS DOBUTAMINA

Nel 2008 feci un'altro controllo cardiologico dal quale non risultò nulla di tutto questo. Ero sanissimo.
Cosa è successo in questi due anni?
Non so cosa fare. hO APPENA FATTO 40 ANNI E MI SEMBRA STRANO DOVER PARLARE DI QUESTI PROBLEMI A QUESTA ETA'. tEMO PER IL MIO FUTURO.
gRAZIE.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
l'esame ecocardiografico ha evidenziato una lieve depressione contrattile del suo ventricolo, espressione molto probabile di una sospetta ischemia miocardica. Da qui l'esigenza di sottoporla ad un test di imaging cardiaco, come l'ecostress dobutamina, da effettuare al più presto per una giusta diagnosi ed una eventuale terapia.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 711XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per la velocità nella risposta.
La situazione è seria?
In una visita cardiologica effettuata due anni fa l'EF ERA 88%, come mai adesso cosi bassa?
Può aver influito l'ora tarda dell'esame? (erano le 22.30)
Inoltre avevo finito l'allenamento da circa 2 ore (1 ora di pesi + 1/2 ora kick box)?
Ho 40 anni .. cosa mi devo aspettare nel futuro?
Grazie.
[#3] dopo  
Utente 711XXX

Iscritto dal 2008
Salve, a riguardo del problema sopra descritto volevo aggiunge che, non convinto della diagnosi del cardiologo ho effettuato un 'altro ecocardiogramma mono-2D e color doppler presso l'unita di cardiologia del mio ospedale (dove peraltro lavora il cardiologo. L'esame lo ha fatto una dottoressa, che a detta degli addetti al settore, è abbastanza preparata anche perchè effettua sempre lei questo tipo di esami in ospedale, e spiegandole il problema ha concentrato l'attenzione sul ventricolo sx.
la diagnosi è la segunete:
VENTRICOLO SX DI NORMALI DIMENSIONI, SPESSORI PARIETALI E CINETICA. EF 63%. NON SI EVIDENZIANO ALTERAZIONI DELLA CINETICA REGIONALE. ATRIO SX E SEZIONI DX NEI LIMINTI.
APPARATI VALVOLARI NELLA NORMA.
DATI: VTD mm. 78 PIANO VALVOLARE mm. 33
VTS mm. 29 ARCO mm. 28
AORTA addom. mm. 17
Alla luce di ciò lei non ritiene opportuno effettuare un ecostress da dobutamina tutt'al più un ECG da sforzo e Holter visto la familiarità dei problemi cardiaci.
Non sa spiegarsi perchè questa differenza di valori rispetto al suo collega.
Adesso sono un po più tranquillo ma non so come procedere.
Devo fare lo stesso l'wcostress?
Devo interpellare un terzo cardiologo per avere la conferma di l'una o l'altra ipotesi? O devo ritornare da quello che mi ha trovato il problema e chiedere un eco più accurato da parte sua?
Grazie