Utente 112XXX
Gentili Medici,
sono una ragazza di 23 anni e vi scrivo per chiedervi un parere riguardo alcuni sintomi con i quali convivo da ormai un anno.
Premetto che dopo accurati controlli ( elettrocardiogramma che ha riscontrato tachicardia dopo un attacco di panico e ecocardiografia che non ha rilevato nulla di anomalo e dopo il controllo dei valori della tiroide che sono risultati normali) sono arrivata alla conclusione che i miei sintomi sono causati da ansia.
Da un anno a questa parte soffro infatti di attacchi di panico frequenti associati a tachicardia e altri sintomi.
Per troppo tempo ho sopportato tanto stress senza esternarlo ed ora sono arrivata ad un punto in cui qualunque emozione mi suscita un malessere associato alla tachicardia ed al cardiopalmo. Tali sintomi li ho se non quotidianamente, comunque molto spesso e la mia paura è che malgrado siano causati dall'ansia e non da un problema cardiaco a lungo andare possano davvero portarmi ad essere a rischio anche fisicamente parlando.
La mia domanda è dunque: tanta tachicardia e cardiopalmo come la sesazione del cuore in gola possono farmi rischiare danni fisiologici?
Ringraziando anticipatamente per l'attenzione porgo i miei più distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
in età giovanile e in un fisico sano, le brusche accelerazioni cardiache non recano alcun danno, stia pure serena.
Saluti