Utente 896XXX
Salve,
stamattina dopo il corso di nuoto ho avuto un forte disturbo intestinale che mi ha costretto a correre nel bagno della piscina.
Essendo un bagno come quelli per disabili (senza tazza, ma solo un "buco" con ai lati due superfici ondulate per appoggiare i piedi) a terra c'erano tracce di feci. Il rotolo di carta igienica (che sembrava pulito) non era messo in un portarotoli ma era posato sopra il serbatoio dello sciacquone, quindi era possibile che qualcuno lo avesse toccato con le mani sporche. Nel pulirmi con quella carta igienica ho rischiato l'epatite o altro (soffro di emorroidi ma normalmente non si lacerano)? Dopo l'operazione sono andato nella doccia e ho pulito i sandali strofinandoli sul fondo della doccia su cui avevo versato del sapone liquido.
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
No, tranquillo, e le spiego perché:

- dall'epatite A ci si contagia solo portando alla bocca materiale infetto; viene detta epatite alimentare; la trasmissione è solo per via orale (nè respiratoria nè parenterale nè per contatto cutaneo); il materiale infetto è rappresentato da alimenti contaminati da feci, da frutti di mare crudi, eccetera.

- il materiale infetto dell'epatite B e C è costituito dal sangue, non dalle feci; in pratica il materiale od oggetti sporchi di sangue (per esempio, ago usato, strumento chirurgico usato o il sangue direttamente) deve venire a contatto con ferite del proprio corpo, ma non con la cute integra.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 896XXX

Iscritto dal 2008
Quindi non è possibile un contagio per via rettale di epatite A? Sono contento, grazie mille!