Utente 196XXX
Salve, scrivo per un parere...ho sempre mangiato, senza problemi di sorta, farinacei di vario genere...dal pane alla pasta, ai dolci. Da due tre anni però (ma non sempre), dopo aver mangiato o un panino, o una pizza, o cmq alimenti di questo genere, magari non subito, ma il giorno dopo o massimo due giorni dopo, mi sento fiacco, cosa che non mi accade mai se mangio altro. Questo mi ha fatto supporre una intolleranza ai farinacei, è possibile? Da quando mi è comparso il sintomo, certo di evitarli a meno che non mi trovi a dover mangiar fuori, cosa che capita raramente, ma non ho notato alcun miglioramento. Cosa potrei fare? Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
E' tutto molto inverosimile.

Il fenomeno (che non puo' neppure essere definito "improvviso" se lei lo nota da qualche anno) avviene non sempre e non subito, non ha i caratteri dell'intolleranza al glutine, avviene solo con certi alimenti e non con altri (pasta biscotti grissini ecc.) che pure il glutine lo contengono anche loro e che dubito lei riesca ad evitare (non mangia mai mai pasta?).

Ad ogni modo, a testare antiendomisio e anti transglutaminasi ci vuole poco e costa poco.
[#2] dopo  
Utente 196XXX

Iscritto dal 2006
Allora sì, lo noto da qualche anno, ma non mangio più difatti tutti gli alimenti da lei citati...questo senso di spossatezza non lo noto sempre, ma il 90% delle volte (può darsi che per caso, una volta "salti", se sono da tanto che non mangio certe cose)...anche per dire, con la besciamella che contiene farina, mi capita...quindi ho escluso tutti questi alimenti con farina, dalla mia dieta... Non mangio più la pasta e, le poche volte che capita (magari non a casa mia, dove non mi va di impostare agli altri ciò che devono cucinare o no) dopo alcuni giorni mi sento fiacco, come ho descritto...Col riso non mi capita, solo con la pasta (o la pizza, o il pane...per questo li evito tutti, non li compro mai...e intendo proprio mai)

Farò gli esami che mi suggerisce, ma se non è convinto servano...cos'altro può essere o cosa dovrei verificare? Grazie
[#3] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Da un lato mi fido della sua relazione e quindi la invito a verificare i marcatori della celiachia. Peraltro se lei evita gli alimenti glutinati, e' probabile che tali marcatori siano negativi o negativizzati.

Dall'altro il punto e' che la spossatezza acuta non e' un sintomo della celiachia. La celiachia opera sul lungo periodo, rovina l'epitelio dell'intestino e riduce l'assorbimento. Dal malassorbimento derivano diarrea, flatulenza, dolori ecc. ecc. e alla fine anche la spossatezza come epifenomeno dell'anemia da carenza di ferro (anemia e sideropenia entrambe ben documentabili, e da verificare nel suo caso).

Il fatto che lei i sintomi li presenti a ridosso dell'assunzione non si spiega, quindi: o

a) si assume un atteggiamento scettico del tipo "e' suggestione", oppure

b) si deve ipotizzare un meccanismo reale, ma diverso dalla celiachia, per esempio ma non solo una reazione di immunocomplessi IgG in reazione alle proteine del frumento.

Questo ultimo test e' fattibile tecnicamente, ma non e' validato clinicamente, cioe' non e' mai stato dimostrato in modo convincente che le IgG anti frumento, che esistono, abbiano veramente a che fare con i vari sintomi lamentati dai pazienti.

[#4] dopo  
Utente 196XXX

Iscritto dal 2006
Capisco...quindi, a parte quei test che posso fare ma che forse non individueranno la causa, in quanto ho una reazione troppo immediata a seguito dell'assunzione di cibi farinacei e con non collima con la diagnosi di celiachia, non mi resta che questa ipotesi non validata...

Non posso dire che la cosa mi tranquillizzi certo, speravo di riuscire a comprendere cosa di punto in bianco mi è capitato negli ultimi anni...la ringrazio comunque per la consulenza
[#5] dopo  
Utente 196XXX

Iscritto dal 2006
Salve dottore, volevo aggiungere un dettaglio che ho scordato, convinto di averlo scritto (e probabilmente cancellato in una correzione): ogni volta che mangio farina, e ho un po' di dolore all'intestino nella parte bassa (però dopo uno o due giorni), andando in bagno noto la presenza di sangue nelle feci, non tantissimo ma abbastanza da notarsi...poi ho notato che mi gonfio un po' (ma non so se si tratta di reitenzione idrica...questa è una mia supposizione in quanto andando poi a correre, mi sgonfio notevolmente)...sono sintomi da celiachia?