Utente 126XXX
Salve. Poco tempo fa ho avutouna forte influenza e placche alla gola e ho assunto un antibiotico, che mi ha causato una forte risposta immunitaria: il mio corpo si è completamente cosparso di bolle, dando un generale senzo di gonfiore, soprattutto in faccia. Il tutto è sparito dopo 2 settimane, senza che facessi analisi o prendessi alcun che. Volevo sapere se nonostante siano passati mesi sia opportuno che facessi qualche analisi per verificare la persistenza di qualcosa di nocivo nel mio organismo. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Buongiorno,
sarebbe opportuno chiarire meglio cosa Lei intende per "bolle" e ricostruire precisamente come si sono svolti i fatti. Quanto è accaduto potrebbe essere compatibile con una reazione al farmaco ma anche con un'eruzione cutanea ricollegabile all'infezione. E' ancora in tempo per una valutazione allergologica in un ospedale in cui si effettuino test per farmaci.
Saluti
[#2] dopo  


dal 2015
Le bolle erano molto unite fra loro, ma non hanno lasciato alcun segno. La loro comparsa è avvenuta circa 2/3 giorni dalla scomparsa delle placche. Pensa che sia opportuna una valutazione allergologica per evitare che risucceda o per curare ancora eventuali resti dell'infezione? grazie
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Mi perdoni ma la descrizione dovrebbe essere ancora più precisa per capire di che tipo di lesioni si è trattato (magari con l'ausilio di opportuna iconografia in occasione della visita specialsitica). Ad ogni modo, la valutazione è indicata per escludere (o, viceversa, dimostrare) il ruolo del farmaco nella comparsa dell'eruzione cutanea (se possibile attraverso appositi test) o quantomeno per indicare quali antibiotici è possibile assumere come alternativa in caso di bisogno.
Saluti