Utente 157XXX
mia madre 81 anni è stata operata in urgenza con sacchetto esterno delle feci e accertato un tumore al colon maligno mi si chiede se oglio rischiare un intervento viste l'età e un cuore fibrillante. Non so che fare. Ho chiesto se ci sono metastasi e non lo sanno,chiedo se non operando, può almeno viveeancora qualche anno serena e mi si risponde no perchè il tumore se la mangerà attaccando prima il fegao, poi il pancreas e così via. Cosa debbo fare? Non voglio perdere mia madre in questo modo ma non so che scelta fare.Aiutatemi in un consiglio. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile utente,

le informazioni sono scarse ed i limiti di una valutazione a distanza sono noti.

verosimilmente sua madre è stata sottoposta in urgenza per una perforazione o per una occlusione intestinale.

esistono diversi interventi che possono essere messi in atto in queste situazioni sia in relazione all'esperienza del chirurgo sia al quadro che si riscontra durante l'esecuzione dell'intervento stesso.

nel suo caso andando per deduzione, verosimilmente è stata portata fuori un'ansa intestinale per risolvere l'urgenza.

certamente le sue richieste (quelle fatte al chirurgo operatore) sono legittime in relazione alla situazione riscontrata intraoperatoriamente.

certamente sarà importante l'esame istologico se è stato prelevato durante l'intervento o raccolto per via endoscopica per sapere con quale quadro istologico dovremo combattere.

non voglio darle false speranze ma a volte soprattutto in urgenza, quadri particolarmente ed apparentemente infiltranti si sono rilevati patologie benigne (stenosi infiammatorie da malattia).

quindi l'esame istologico sarà importante.

direi inoltre di allontanarsi dal primo intervento in modo da riequilibrare il paziente nel modo migliore e poter nel frattempo ottenere il maggior numero di informazioni con esami diagnostici non solo endoscopici.

senza dubbio il chirurgo operatore o il primario del gruppo a cui afferisce il chirurgo che ha eseguito l'intervento in urgenza sono coloro che hanno tutto per poterla consigliare in base alla loro esperienza.

le auguro sia a lei che a sua madre i migliori auguri , le chiedo cortesemente di tenerci informati.

cordiali saluti