Utente 426XXX
Buongiorno.

Nel giro di un mese mio padre ha avuto tre episodi di angioedema, una volta gli si sono gonfiate le labbra, una volta la lingua e stamattina solo il labbro superiore. Gli succede sempre al mattino, si sveglia e si ritrova qualche pezzo del viso gonfio.
Si è recato al pronto soccorso, tutte e tre le volte, l'hanno rispedito a casa dopo una puntura o una flebo di cortisone dicendogli di non mangiare alimenti contenenti conservanti perchè possono dare questo tipo di problemi, in relazione anche al fatto che lui deve assumere tutti i giorni una compressa di Cardioaspirina. Solo una volta ha fatto una cura di un paio di settimane a base di antistaminico e deltacortene.

L'indicazione "non mangiare cibi contenenti conservanti" è corretta? A me sembra generica e un po' difficile da mettere in pratica nella vita di tutti i giorni, a meno che uno non abbia un cuoco in casa. Non c'è un modo per sapere quali conservanti danno problemi?
Se è vero che c'è una relazione tra angioedema e Cardioaspirina, la reazione allergica è possibile che avvenga solo quando i cibi sono consumati a breve distanza dall'assunzione della pastiglia? Chiedo questo perchè lui prende la pastiglia a mezzogiorno e i possibili/probabili cibi che possono aver scatenato l'angioedema il mattino successivo sarebbero stati ingeriti all'ora di pranzo, quindi poco dopo.

Grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Buongiorno,
posso dirLe che il salicilato (anche a basse dosi) potrebbe facilitare la comparsa dell'angioedema, pertanto sarebbe utile chiedere al medico che l'ha prescritta se è possibile sostituirla con un antiaggregante alternativo. Verifichi che Suo padre non assuma altri farmaci che possono avere effetto favorente (ad esempio degli ACE-inibitori).
In questi casi comunque dovrebbe essere effettuata una valutazione allergologica per definire meglio (anche anamnesticamente) il quadro e, se indicato, avviare un trattamento.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 426XXX

Iscritto dal 2007
Grazie mille.
Mio padre assume le seguenti medicine da ormai tre anni e non ha mai avuto problemi sino a un mese fa.
Cardioaspirina
Simvastatina
Triatec
Sequacor

Qualcuno di questi può provocare la reazione allergica?
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Salve,
non si tratta di un'allergia ma di un problema diverso che - come Le dicevo - l'aspirinetta e l'ACE-inibitore (nel caso specifico il Triatec) possono favorire. Non importa da quanto tempo li sta assumendo.
Nonostante ritenga piuttosto probabile che la sostituzione dei farmaci (in particolare il Triatec) con degli alternativi possa essere risolutiva, Le rinnovo l'invito a far vedere Suo padre anche ad un collega allergologo (oltre che al cardiologo).
Cordialmente,

[#4] dopo  
Utente 426XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio solo ora e la aggiorno.
Dopo altri episodi di angioedema (labiale e linguale) e visite da allergologi (i quali non sono d'accordo, c'è chi sostiene il fattore alimentare e chi quello farmacologico) mio padre è in attesa di una visita dalla sua cardiologa (fissata per settembre) per valutare una sostituzione in particolare del Triatec.

Attualmente prende una pastiglia al giorno di AERIUS (che però a me non sembra dare alcun risultato, dal momento che ogni tanto gli ricapita) e al bisogno del Deltacortene.
Quando la situazione si fa più invalidante invece si reca al pronto soccorso.

Non si può fare niente per prevenire o al limite per arrestare il corso dell'angioedema una volta iniziato?

Grazie mille.
[#5] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Salve.
La ringrazio dell'aggiornamento, spero che vorrà darci nuove notizie in seguito (in particolare dopo la sostituzione dell'ACE-inibitore).
Saluti