Utente 162XXX
Buongiorno, avendo tanti nei mi sottopongo ogni anno alla visita presso distaccamento del centro tumori e piu' di 2 anni fa durante una visita feci vedere al professore un piccolissimo neo di circa 2 mm che era appena comparso sulla coscia sinistra, essendo molto scuro il dottore mi consiglio' l'asportazione. Poco tempo dopo me lo asportarono presso un altro ambulatorio con asportazione tangenziale e qs. e' il successivo risultato dell'esame istologico: frammento di cute di 0,4 cm di asse di maggiore sede di neoformazione nerastra 0,3 cm di diametro, incluso in toto. AC ls.
Nevo a cellule fusate, nevo di reed, margini indenni. Volevo chiedere un vs. parere: mi e' rimasta una cicatrice di circa 5mm di diametro tipo bruciatura di sigaretta con contorni rosa scuro e interno piu' chiaro e un po' in rilievo. E' normale? Ogni tanto la zona vicino alla cicatrice anche a distanza ormai di piu di 2 anni mi prude soprattutto quando cambia il tempo e con i primi caldi sento sensazioni a volte di formicolii e caldo/freddo ( ma il mio medico di base attribuisce questo alla circolazione e ai capillari visto che faccio un vita abbastanza sedentaria x cui mi ha consigliato terapia con centellase ), puo' avere a che fare con la cicatrice? E' vero che il neo puo' ricrescere o comunque che la sua rdice e' ancora sotto la cute? Il professore del centro tumori all'ultima visita mi ha fatto capire che l'asportazione tangenziale non era forse la via migliore perche' appunto mi e' rimasta qs. cicatrice x un neo di soli 2mm!
Vi ringrazio da subito per le risposte che mi darete. Grazie, saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Fabiana Riccardi
20% attività
4% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2009
I nevi melanocitari devono essere asportati con metodica che prevede l'asportazione a losanga mediante impiego di bisturi chirurgico; la losanga di cute che include il nevo raggiunge in profondità il tessuto adiposo sottocutaneo. Questa è la metodica standard di asportazione. Solo in rari casi è possibile effettuare l'asportazione mediante shaving surgery. Le suggerisco di effettuare una visita dermatologica per rivalutazione e possibilità di reintervento.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 162XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno Dottoressa e grazie per la sua risposta tempestiva. Ma quali possono essere le conseguenze x non aver effettuato l'asportazione a losanga? il neo puo' dare dei problemi, puo' ricrescere? Il professore durante la visita mi ha detto che forse non era la via migliore ma non mi ha parlato di problemi solo del fatto che la cicatrice fosse antiestetica x me, ma sinceramente di questo non mi interessa vorrei capire se invece posso avere altri tipi di problemi oppure no. La ringrazio ancora della disponibilita', saluti
[#3] dopo  
Dr.ssa Fabiana Riccardi
20% attività
4% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2009
L'asportazione a losanga consente una valutazione istologica precisa del nevo. L'asportazione per shaving invece consente di valutare solo parzialmente l'aspetto istologico del nevo. L'asportazione inizialmente era stata suggerita con una precisa finalità diagnostica istologica quindi è consigliabile per tale motivo, ma senza allarmismi, una rivalutazione.
Mi tenga informata