Utente 651XXX
Gentile dott. Piscitelli, la ringrazio per la pronta risposta riguardo l'operazione di stripping della safena. Le avevo cortesemente chiesto quale altro intervento potesse risultare idoneo per i portatori di protesi m.m. ma dalle sue parole devo dedurre che, nonostante sia esente da altre patologie, l'intervento di stripping sembra essere l'unico possibile. Avevo già preso in considerazione il fattore emorragico ma non credevo fosse un rischio di grande portata, ma tant'è. Del resto, confidavo, proprio per questo in altro tipo di operazione che mi avesse potuto dare maggiore tranquillità. Per quanto riguarda il rischio di incorrere in un embolo, con questo tipo di intervento, cosa mi devo aspettare? La ringrazio se volesse rispondermi e le auguro buon lavoro Maria Grazia.
P.S. Mi scuso per essermi firmata Valeria che è il mio secondo nome.
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
In realtà la chirurgia delle varici prevede anche altre possibilità, meno invasive, rispetto alla safenectomia. Ma l'identificazione della possibilità di applicazione di queste metodiche non è possibile a distanza e spetta unicamente al Chirurgo che eseguirà l'intervento.
Le complicazioni tromboemboliche sarebbero nel suo caso minimizzate dalla necessità di mantenere in ogni caso una terapia anticoagulante.