Utente 388XXX
Salve, vi leggo sempre con estremo interesse
Giorno 22 giugno ho subito un intervento di circoncisione radicale sottocoronale con frenulectomia. Sono passati 9 giorni, ma mi sono subito accorto che il pene, già da flaccido, tende a curvare molto verso sinistra, enfatizzando tale curvatura in erezione (che non può essere completa, in quanto ho ancora i punti di sutura riassorbibili). Il chirurgo mi ha più volte detto che tornerà normale e si "riaddrizzerà", ma la mia ansia è tale che volevo sapere se ciò sia normale; ovvero se sia legato ai punti di sutura, all'edema (che sta quasi scomparendo) o altra natura. Non vorrei ritrovarmi, a cicatrizzazione completata, un pene curvo (io già avevo una leggera curvatura verso sinistra, ma leggera) e accorciato, per un intervento di circoncisione. In urologia hanno controllato i punti e lo stato del mio pene e non hanno trovato anomalie.
Potreste darmi delucidazioni in merito a questa mia paura?
Grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,credo che,dopo 42 anni,sia molto difficile che un intervento di circoncisione possa dare luogo a deviazioni dell'asse o incremento del grado di curvatura preesistente,tantomeno ad un accorciamento del pene stesso.Credo che,leggittimamente,la Sua preoccupazione sia legata al Suo vissuto sessuale,per cui,anche confortato dalle parole motivate del chirurgo,La invito a rispettare i tempi del post-operatorio ed a seguire i consigli dello stesso operatore.
Cordiali saluti
Dr. Pierluigi Izzo
[#2] dopo  
Utente 388XXX

Iscritto dal 2007
Dott. Izzo, Lei è stato, innanzitutto, di una gentilezza e di una velocità estrema nel rispondere alle mie domande che sembrano essere legate più ad uno stato ansiogeneo che patologico. Che sollievo e grazie! Allora Lei ritiene che sia tutto normale e frutto del post operatorio, più che di una deformatio o di una improbabile induratio penis plastica di cui avevo terrore. Molto bene, credo allora che siano i punti di sutura (soprattutto quelli in corrispondenza del frenulo) a creare questa curvatura e momentaneo accorciamento (diciamo 4-5 cm. ad occhio e croce). Come Lei mi ha consigliato, aspetterò il decorso post operatorio, anche rinfrancato dalle sue parole. Vorrei, però, fare un'ulteriore precisazione in merito al mio caso: la parte destra del pene (quella opposta alla curvatura), sembra più abbondante di pelle (si nota da flaccido) e il glande sembra distorto verso sinistra, forse per effetto dei residui dell'edema. Però, anche adesso che il pene è quasi sgonfio, questo esubero di pelle rimane evidente, così come la distorsione del glande (anche se meno accentuata rispetto a qualche giorno fa). Mentre la parte sinistra, è più accorciata e la pelle risulta più stirata. L'edema è ancora persistente ventralmente, in corrispondenza dei punti di sututra del frenulo.
Spero vivamente che dopo la cicatrizzazione, la pelle, elasticizzandosi e stirandosi, si adatti e compensi il tutto.
Mi auguro di non tediare nessuno con le mie domande e La ringrazio ancora per la sua tempestiva ed esaustiva, quanto gentile e professionale risposta al mio caso. La prossima settimana ho un altro controllo dal chirurgo che mi ha operato e vi farò sapere.
Perdonate ancora la mia ansia e la mia agitazione.
Grazie in anticipo
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Amico,si rivolga al forum quando crede.
A presto
Dr. Pierluigi Izzo
[#4] dopo  
Utente 388XXX

Iscritto dal 2007
Grazie dott. Izzo, ma quest'ansia mi tormenta. Speriamo che quando i punti cadranno, possa riprendere la normale morfologia e il funzionamento del mio pene. Sicuramente è un problema di vissuto sessuale, come Lei dice, però il terrore di ritrovarsi un pene "deformato", dopo la cicatrizzazione è tale da tormentarmi e da non farmi stare tranquillo.
Solo adesso capisco che non si tratta di un'operazione banale, anzi.
La ringrazio infinitamente
A presto