Utente 165XXX
Buongiorno,
al mio ragazzo è stato riscontrato un varicocele di IV°, ha 26 anni ce pratica sport in modo assiduo da ormai 15 anni.
Non ha mai accusato dolori o altro, lo ha scoperto per caso in un controllo.
La mia domanda è sul tipo di scelta dell'operazione, non ha ancora avuto un contatto con l'andrologo che avrà al rientro dalle ferie ma nel frattempo ci siamo informati per altre vie.
In particolare vorrei sapere se che differenze ci sono tra la legatura inguinale o subinguinale(ovviamente poi il medico avrà l'ultima parola) in particolare sul suo decorso post operatorio perchè effettua un lavoro dove deve essere al 100% fisicamente tutti i giorni e non può assentarsi troppo.
E per entrambi i casi, onde evitare una seconda operazione che vorrebbe dire perdere il posto di lavoro che al giorno d'oggi è sacro, quale rischia di più recidiva e/o idrocele??
Leggendo ci siamo fatti un'idea seppur da ignoranti ma pensiamo che la subinguinale sia quella che crea meno insuccessi, solo vorremmo avere la certezza che visto il grado alto del varicocele non ci siano controindicazioni.
Grazie dell'aiuto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
ci sono 150 tecniche interventistiche, ciascuna coi suoi pro e i suoi contro. Le vie radilogiche sono meno invasive ma per solito danno più recidive, le vie chirurgiche danno più effetti collaterali e meno recidive. Detto questo spetta al acollega scelta anche in base alle prprie esperienze e orefenze. personalmente sono un chirurgo generale che fa andrologia da 25 anni e come chirurgo ho una fifa blu di cateteri venosi che van su e giù (metodi radiologici) e preferisco la chirurgia. Il grado del varicocele non c' entra: si operano solo quelli di alto grado
[#2] dopo  
Utente 165XXX

Iscritto dal 2010
ok...ma per un decorso post operatorio "rapido", parlando di chirurgia perchè escludiamo anche noi la via radiologica, la subinguinale sarebbe la più adatta???perchè ho letto che nell'inguinale ti "tagliano" un muscolo(mi perdoni se non ho capito bene)e quindi prima di tornare in forma ci metti di più che con una subinguinale giusto??lo chiedo per poter avere le idee chiare su cosa chiedere all'andrologo.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
si puà anche passare da una parte senza toccare nessun muscolo, ovvero aprendo minimanete solo la guaina, ovvero divaricando il muscolo per via smussa. Ovvero, ovvero, ovvero. Smetta di leggere e si fidi del collega. E' un interventino, alla fine della coorsa.
[#4] dopo  
Utente 165XXX

Iscritto dal 2010
ovvio che poi ci fideremo del collega....ma per esperienza personale preferisco sempre sentire più "campane"...quindi alla fine il decorso post operatorio è "uguale"?
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
mezz' ora più, mezzora meno siamo lì