Utente 455XXX
Gent.mi Dottori, vorrei chiedere un parere per mia madre di 80 anni. Circa tre mesi fa ha avuto degli attacchi di vertigine molto forti, non riusciva più neanche a rigirarsi nel letto, accompagnati da nausea e vomito. Al pronto soccorso giunta in ambulanza decisero di ricoverarla per accertamenti. Sono stati subito esclusi problemi legati al labirinto e patologie gravi (tumori ecc.) grazie alla tac. Dopo qualche giorno di trattamento con Microser le vertigine sono migliorate e veniva dimessa senza una precisa diagnosi. Si raccomandavano di effettuare altri accertamenti a discrezione del medico curante. Da allora le vertigini continuano ed ha effettuato innumerevoli esami, risultati tutti negativi: Risonanza Magnetica encefalo con contrasto, visita neurologica, esami audio-vestibolari, doppler tsa. Insomma sembra che apparentemente non abbia nulla e i medici parlano di probabili concause. Di fatto per lei è diventato difficile muoversi da sola (è sempre stata molto attiva e questo le pesa molto) e le vertigini si ripresentano più forti al minimo movimento del capo. Vorrei capire se dovrà rassegnarsi a questa situazione o se altri accertamenti potrebbero aiutarci a chiarire meglio le cause.
Mille grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Generalmente, nell'Anziano, la sintomatologia vertiginosa è di natura microcircolatoria, ovvero creata da un deficit della circolazione periferica.Poi, potrebbe anche sussistere una vertigine posizionale benigna o cupolitiasi: vertigini scatenate dal galleggiamento di cristalli di ossalato di calcio all'interno dei canali semicircolari del labirinto con i movimenti del capo. Penso che il tutto si possa risolvere tranquillamente: consiglio di far visitare la Mamma da un Vestibologo. Per questo, le consiglio di rivolgersi presso il Servizio di Vestibologia del Policlinico Universitario di Milano, Clinica Otorinolaringoiatrica. Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 455XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per la rapidità. Volevo precisare che mia mamma ha effettuato due visite otorinolaringoiatre e l'esame otovestibolare. In particolare quest'ultimo non ha rilevato nulla a carico del labirinto, che e' apparso pulito e senza presenza di otoliti. Esistono altri accertamenti più specifici per queste patologie? Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Esclusa la vertigine posizionale benigna, penso che sia sempre da considerare il problema microcircolatorio. Esclusa anche questa ipotesi, consiglio una visita neurologica. Mi dispiace non poterla aiutare piu' di tanto ma, comprenda che, senza un eame clinico, mi è impossibile farlo a distanza. Cordialmente
[#4] dopo  
Utente 455XXX

Iscritto dal 2007
In effetti dopo tutti gli accertamenti effettuati rimane l'ipotesi di un problema circolatorio. Le e' stata prescritta Ticlopidina 2 volte al giorno e Microser al bisogno. La situazione pero' al momento non migliora e mia mamma si chiede se queste vertigini passeranno col tempo. Grazie mille per la disponibilità
[#5] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Penso proprio di si: ci saranno, probabilmente, periodi come al cambio di stagione, in cui il sintomo potrebbe ripresentarsi ma, con una adeguata terapia di mantenimento, dovremmo ottenere ottimi risultati. Cordialità