Utente 412XXX
Sono un podista amatoriale del peso di 88 kg. per 175 cm di h., di costituzione mormolinea.Ho fatto una visita per il rilascio di un certificato medico all'attività sportiva agononistica con il seguente esito:TEST DA SFORZO INDICATIVO PER ISCHEMIA SILENTE AD ALTI CARICHI LAVORATIVI ECCESSIVA RISPOSTA INTROPA.Il medico mi ha prescritto una scintigrafia miocardica con spect basale ed un monitoraggio di 24 h della pressione arteriosa.Vorrei sapere, se io non ho mai bevuto, mai fumato, non soffro di pressione, di diabete o di malattie ai reni e, sopratutto non ho mai avuto dolori al petto, qual'è l'elemento che può avermi causato questo sintomo considerato che svolgo regolarmente tre volte alla settimana attività sportiva ininterrottamemte da anni anche prequentando la palestra ove pratico spinning ? Potrebbe esser un falso allarme ?Premetto di aver svolto numerosi allenamenti sotto sforzo e di non aver mai sentito affanno, non per ultimo l'ultima gara amatoriale su strada di 6,5 km è stata effettuata un mese fa con un tempo di 31 minuti.Vorresi sapere un parere per come mi devo comportare onde avere la consapevolezza di stare bene e di poter continuare a praticare sport e se la scintigrafia sarà positiva quali sono i le conseguenze mediche a cui vado incontro .Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maggio
24% attività
0% attualità
8% socialità
RIVOLI (TO)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2010
Salve
Complimenti per la sua richiesta molto dettagliata.

1) La prova da sforzo può talora risultare falsamente positiva, cioè con diagnosi di ischemia in un soggetto con coronarie (arterie che portano sangue al cuore) sane. Questo a volte succede, ad esempio, se la pressione si alza troppo (come probabilmente è accaduto a lei)
2) Se la scintigrafia miocardica dovesse risultare francamente positiva andrebbe eseguita una coronarografia (un esame in cui si inietta del mezzo di contrasto nelle coronarie)
3) Stranamente non ha riferito dell'esito di un ecocardiogramma che spero lei abbia già eseguito
4) Un uomo di 47 anni può aver le coronarie malate anche se alcuni fattori di rischio sono normali (purtroppo ne esistono molti ed esiste anche il cosiddetto danno d'organo da considerare, come ad esempio placche alle carotidi, microalbuminuria, ipertrofia ventricolare sn)
5) Il fatto di non presentare sintomi non esclude una malattia delle coronarie.
6) Segua attentamente quello che consiglia il suo medico curante e si faccia seguire anche da un cardiologo.
Grazie per l'attenzione
[#2] dopo  
Utente 412XXX

Iscritto dal 2004
Gent.ssimo dr. Maggio,
La ringrazio della rapida risposta al mio consulto e Voglio congratularMi della sua chiarissima spiegazione ai quesiti rivolti.
Il test è stato svolto da circa tre giorni ed non sono stato ancora in grado di svolgere un adeguato ecocardiogramma.Il 21 cm devo fare una scinti miocardica con spect basale. Comunque voglio solo aggiungere che il problema è giunto all'ottavo minuto dall'inizio del test ad una velocità di 8,1 Km/h correndo sul tappeto una una pendenza del 10%.In quel momento la misurazione cardiaca era di 173 bpm.Il test è stato sospeso e nel giro di 8 minuti di recupero il battito è tornato a 57 bpm.
Considerato che da circa 4 anni svolto regolarmente anche tre volte alla settimana una lezione di 90 minuti di spinning con alti carichi senza avere avuto mai un affanno, il mio istruttore di palestra mi ha riferito che il test da sforzo doveva essere ripetuto anche presso un altro centro specializzato per avere la certezza della diagnosi iniziale.
Comunque, la voglio ancora ringraziare e se non Le dispiace Le farò sapere l'esito dei prossimi esami.
La fortuna è che il mio medico curante è un specialista in cardiologia e mi ha ripetuto le stesse cose da lei anticipate.
Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maggio
24% attività
0% attualità
8% socialità
RIVOLI (TO)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2010
Salve
Grazie per la precisazione sulle sue condizioni cliniche.
Ci sono buone possibilità che la scintigrafia miocardica risulti negativa, in altri termine che le sue coronarie siano normali.
Mi farà molto piacere se mi comunicherà l'esito dell'ecocardiogramma e della scintigrafia miocardica.
Saluti il suo medico curante e su con il morale!
[#4] dopo  
Utente 412XXX

Iscritto dal 2004
Gent.ssimo dr. Maggio,
oggi ho ritirato l'esame di:scintigrafia miocardica di perfusione con tomoscintografia (SPET) a riposo e dopo stimolo - Angiocardioscintigrafia all'equilibrio GATED - con le seguenti conclusioni:
ASSENZA DI SIGNIFICATIVI DIFETTI DI PERFUSIONE.VENTRICOLO SINISTRO DI NORMALE VOLUMETRIA CON BUONA FUNZIONE CONTRATTILE GLOBALE E SEGMENTARIA.A RIPOSO SCENDE UN PO' LA EF (47%) CON UNA LIEVE DILATAZIONE DEL VSN (VTD124).
Sto considerando, insieme al mio cardiologo, di sottopormi ad una coronografia per essere più tranquillo sulla diagnosi.
Cosa mi può dire in questione ? faccio bene oppure mi sto preoccupando troppo? e ci sono rischi nell'esame in questione essendo "invasiva"?
La ringrazio ancora della sua disponibilità.E' un piacere dialogare con una persona altamente professionale come lei.Saluti.
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maggio
24% attività
0% attualità
8% socialità
RIVOLI (TO)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2010
Salve.
Grazie per avermi aggiornato sull'esito della scintigrafia miocardica.
L'assenza di significativi difetti di perfusione contrasta con l'ipotesi di coronarie malate. Rimane dubbio il dato dalla EF (o frazione di eiezione, in altri termini l'efficienza contrattile del cuore) ridotta a riposo (47%).
Prima di eseguire una coronarografia eseguirei un ecocardiogramma molto accurato (se non già eseguito).
Ovviamente se il suo cardiologo ritiene opportuna una coronarografia direi assolutamente di seguire il suo consiglio. Il mio parere ha titolo semplicemente informativo.
Grazie per i complimenti e per l'interesse
[#6] dopo  
Utente 412XXX

Iscritto dal 2004
Gent.ssimo dr. Maggio,
Mi scusi se continuo ad approfittare dei suoi alti pareri professionali ma, poichè sono coinvolto emotivamente (condizione caratteriale) ho avuto la testardaggine di controllare sul web il significato dei risultati delle indagini eseguite e del termine di EFFICIENZA CONTRATTITE (EF) rilevando che la percentuale del 47% relativa alla "qualità del mio cuore" potrebbe essere indicativa per uno "SCOMPENSO CARDIACO" (ecco il suo dubbio.Mi dica che ho detto una cavolata).In merito le volevo dire che da un paio di gg. ho attivato il mio cardiofrequenzimetro da polso rilevando che il battito a riposo oscilla sempre da un min.di 52 al max di 65 a riposo.E' normale questo ? Io non ho ancora i risultati dell'esame Holter e non ho fatto un ecocardiogramma, però martedì per "scrupolo" mi ricovero presso un centro specializzato per sottopormi ad una "coronografia".
Pratico-cavo tre sedute settimanali da 10 km di corsa (a circa 4'45" a Km.)ed in inverno 3 lezioni di spinning da 90' in palestra, non ho avuto mai problemi di fiato ed i miei tempi di recupero allo sforzo sono molto ridotti.Come devo considerare i valori della EF, un grave indizio di scompenso cardiaco oppure ci possono essere altre risposte ? Ultima domanda: è troppo prematuro fare subito una coronografia oppure faccio bene considerato che sono troppo "ansioso" di conoscere le mie reali condizioni che mi hanno causato questo "stop" all'agonismo ? e se nell'esame in parola verrà rivelata una "stenosi" sarò contemporaneamente sottoposto ad "angioplastica" ? La prego di chiarirmi questi miei ultimi dubbi..La ringrazio della sua grande disponibilità.Mi dispiace che attualmente risiedo un pò lontano altrimenti le avrei chiesto un consulto medico presso la sua clinica ove esercità la sua professione di cardiologo.Grazie ancora!
[#7] dopo  
Dr. Carlo Maggio
24% attività
0% attualità
8% socialità
RIVOLI (TO)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2010
Salve
1) Intanto stia tranquillo. EF = a 47% non significa scompenso cardiaco (il valore normale della EF è di 55% e 47% è solamente una lieve disfunzione) e, inoltre, dubito che sia il reale valore della sua funzione di contrazione del ventricolo sn.
2) Per tale motivo ritengo debba eseguire un ecocardiogramma prima di una coronarografia (un esame non esclude l'altro).
3) Fondamentale anche il monitoraggio della pressione arteriosa in quanto alla base della lieve disfunzione ventricolare sn può esserci anche un'ipertensione senza problemi coronarici.
4) Se confermato il dato di EF 47% sarà utile valutare anche per farmaci in grado di migliorare la funzione cardiaca(es. ACE-inibitori).
5) I suoi battiti cardiaci da 52 a 65 per minuto sono normali in soggetti molto allenati
6) Ribadisco che se il suo cardiologo intende consigliare una coronarografia la invito a seguire le sue indicazioni e, nel caso fossero presenti delle stenosi coronariche, il ricorso all'angioplastica coronarica, cioè la dilatazione del restringimento delle arterie, è una procedura che apporta grandi benefici.
La ringrazio e mi tenga aggiornato sugli eventi
[#8] dopo  
Utente 412XXX

Iscritto dal 2004
Gent.ssimo dr. Maggio,
oggi sono stato appena dimesso dopo l'esame della coronografia con il seguente referto:
-CORONARIA SINISTRA:
Tronco comune:normale
IVA:Vaso regolare calibro e decorso tortuoso, esente da lesioni significative.Presenza di piccolo ramo intermedio esente da lesioni.
Circonflessa:vaso di normale calibro, fornisce un unico grosso ramo per il margine ottuso che è esente da lesioni.
-CORONARIA DESTRA;
vaso dominante, di grosso calibro ed ampia distribuzione, è esente da lesioni.
-VENTRICOLO SINISTRO:
Ventricolo sx di normali dimensioni cavitarie con normale funzione contrattile globale, FE stimata 55%.Assenza di rigurgito mitralico significativo.
PRESSIONI:Aorta 130/80 Vsn:130/0-20
CONCLUSIONI:Coronarie esenti da lesioni.Normale funzione contrattile del ventricolo sinistro.

Dr.Maggio, il responsabile dell'unità di cardiologia mi ha riferito di stare bene per quanto riguarda l'esame in parola, ma se volevo sapere qualcosa di più relativamente ai dati della FE potevo fare, in accordo con il cardiologo curante, un esame di ecocardiogramma.
Lo so che questo esame lo dovrebbe decidere il mio medico, ma Lei, come ha sempre sostenuto (e la ringrazio) ritiene che per precauzione io debba necessariamente farlo affinchè chiarisca qualsiasi altro dubbio ?
La ringrazio della sua disponibilità.Ossequio.
[#9] dopo  
Dr. Carlo Maggio
24% attività
0% attualità
8% socialità
RIVOLI (TO)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2010
Salve
Mi sembra che tutto sia normale alla coronarografia.
Anche la contrattilità del cuore sembra normale e ritengo più attendibile verosimilmente la coronarografia rispetto alla scintigrafia miocardica.
In ogni caso sarebbe utile un ecocardiogramma, esame innocuo che può eseguire con tutta tranquillità
Grazie per l'aggiornamento