Utente 103XXX
gentili medici, come da prescrizione (mio urologo) ho usato, per motivi di ansia da prestazione, mezza compressa di levitra e, da qualche tempo a questa parte, è andato tutto benissimo, tantè che mi è addirittuta capitato di avere rapporti senza con buoni risultati.
L'ultima volta, essendo particolarmente ansioso, ho anche preso una decina di gocce di lexotan oltre al levitra. Risultato?
c'è stata una defaillance totale, e, durante il "tentato" rapporto, mi sentivo addirittura più stanco che mai.
può il lexotan aver influito negativamente sulla cosa?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Effetttvamente le banzodiazepine non hanno un effetto positivo sull'erezione,ma ,credo, che anche l'ansia abbia contribuito alla scarsa erezione.
Distinti saluti
[#2] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per l'immediata risposta.
sicuramente ho messo in conto l'ansia, ma in altre occasioni con la stessa ansia ed il solo levitra non ho avuto problemi.
quindi sembra, da quello che mi ha detto, che il lexotan abbia contrastato l'effetto del levitra.

mi consenta solo 2 domande.
in passato, anni or sono per ansia da presatazione il medico generico mi disse, all'occorrenza prendi del lexotan. infatti non ebbi grossi risultati, vuol dire che in quelle occasioni non ho fatto altro che peggiorare il problema?

in che modo le benzodiazepine non hanno un effetto positivo sull'erezione?
grazie grazie
[#3] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Signore,
mi associo al DR.De Siati nella risposta.
L'ansia da prestazione che le è stata diagnosticata, è curabile, anche con un " trattamento combinato", cioè farmacologico e psicoterapico ad orientamento sessuologico.
La terapia orale per il d.e., interrompe quel disfunzionale circolo vizioso tra ansia da prestazione, deficit erettivo, deflessione del tono dell’umore , conseguenze devastanti per la vita di coppia e soprattutto per la personalità.
Il farmaco rappresenta una “stampella emotiva”, su cui far affidamento, in situazioni di stress, di cambio partner, di avventure sessuali difficoltose o ad alto impatto erotico, funge da ansiolitico e da anti depressivo.
A seconda della diagnosi di d.e( primario, secondario, situazionale, assoluto) e della data e cause relative alla disfunzione, si stabilisce unitamente all’andrologo, se effettuare una terapia sessuologica o qualche colloquio di counseling psico-sessuologico, da effettuare all’inizio della terapia orale, a metà del percorso ed a ridosso della sospensione, per evitare ricadute ed ansie anticipatorie di ricadute.
Auguri
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

in molti miei pazienti consiglio di utilizzare una benzodiazepina qualche ora prima della assunzione del farmaco 5PDEi per abbassare il tono ansioso e, in genere mi riferiscono buoni risultati.
Non esistono contro-reazioni chimiche tra le due classi di prodotti anche se una certa correlazione può manifestarsi e, qualche volta, giocare "brutti scherzi". Ci riprovi, allungando i tempi tra i due farmaci
cari saluti
[#5] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dottor Pozza.
il fatto è che tute le volte che ho preso il levitra sia 1/2 compresa che 1/4 quindi 5 mg e 2,5 mq è andato tutto perfettamente, anche senza una grande eccitazione l'effetto del fermaco si sentiva eccome, solo il giorno del lexotan, preso quasi contemporaneamente , era come se i sensi fossero assopiti, anche il piacere era drastiamente ridotto con nevitabile defaillance. ossia un'attimo di erezione e poi la perdita di questa senza ritorno.
sembra proprio che il lexotan possa aver contribuito, in qualche modo a questo. tant'è che poi ho dormito. che ne pensa?