Utente 174XXX
Salve,intorno ad aprile 2010 ho avuto un trauma alla mano durante un partita di calcetto (non sono un portiere) ho sentito subito dolore che è persistito per un po di giorni e poi si è alleviato con una pomata specifica per traumi e con un fasciatura di pochi giorni; è anche vero però che ho sempre avuto problemi di articolazioni e dolori sporadici se facevo alcuni movimenti, questo fino ad agosto 2010 quando in occasione di un altra partita di calcetto ho ricevuto una botta allo stesso polso ( quello destro ) e il dolore della prima volta è ritornato . dopo pochi giorni ho deciso di fare delle radiografie (RX) che hanno riscontrato ( riporto le poche parole del referto ) :
RX POLSO DX
Frattura dello scafoide;
ma non esplicita se la frattura è composta o scomposta...
l'ortopedico in ospedale ha optato per un apparecchio gessato da tenere per 40 giorni ( 20 Agosto 2010 quando mi hanno messo l'apparecchio gessato); oggi 22 settembre 2010 ho rimosso l'apparecchio gessato ( quindi dopo 42 gg )e ho fatto una nuova radiografia che dall'ortopedico è stata interpretata così:
buona consolidazione ma è utile un ciclo di magnetoterapia. . .
il mio medico di base mi ha consigliato di non fare niente per quanto riguarda la riabilitazione sconsigliandomi la magnetoterapia .. .ho letto molti pareri discordati per quanto riguarda questa tecnica di riabilitazione e molti ortopedici ritengono che non servi a nulla .. ora quindi che dovrei fare?? quale sarebbe la cosa giusta e che sopratutto serve in questo caso?? non voglio ritrovarmi tra qualche settimana di nuovo con un apparecchio gessato o a rischiare di essere operato . .

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
La frattura dello scafoide è la più insidiosa delle fratture perché il più delle volte non consolida.
Non è possibile, senza averLa visitata e senza aver visto le radiografie dare un consiglio sul trattamento, ma se l'ortopedico ha giudicato che la frattura è in via di consolidazione ma necessita di magnetoterapia significa che ha ritenuto che la magnetoterapia possa essere utile per il completamento della guarigione. In genere però si tratta di una terapia che viene eseguita quotidianamente per alcune ore, e che quindi richiede il noleggio di un apparecchio (attraverso ditte specializzate che provvedono alla regolazione dell'apparecchio in base alla sede di applicazione) e non viene eseguita in un centro di fisioterapia.
Piuttosto che dire "molti ortopedici ritengono che non servi a nulla" sarebbe meglio dire che, come ogni terapia, ha indicazioni precise, per cui serve in casi specifici soprattutto se eseguita correttamente. Ne riparli con il Suo Ortopedico, anche per avere indicazioni su come ottenere l'apparecchio; in alternativa può chiedere un secondo parere a un Chirurgo della Mano. Può trovare qui i nomi di alcuni Specialisti della Sua regione, anche se limitatamente a quelli iscritti alla Società, oppure può rivolgersi alla UO di Ortopedia e Traumatologia dell' IRCCS della Casa Sollievo della Sofferenza http://www.operapadrepio.it/it/content/view/247/527/ che è centro di Riferimento regionale per la Chirurgia della Mano. In ogni caso ricordi di portare con sè tutta la documentazione di cui è in possesso, comprese rx vecchie e nuove (e non i soli referti)

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille Dr. Donati,provvederò presto a contattare il mio ortopedico per valutare meglio il caso e decidere bene cosa fare e come procedere .. è stato gentilissimo. cordiali saluti Antonio