Utente 763XXX
Un paio di anni fa ho sentito una forte fitta all'altezza della vescica, da allora ho erezioni solo se stimolato e mai erezioni volontarie se non di notte o di mattina. Una volta raggiunta l'erezione la perdo facilmente se non continua ad essere stimolato.
Da flaccido si nota che la punta del glande è più chiara, come se non arrivasse sufficiente afflusso di sangue in punta.

Questo problema mi stà distruggendo soprattutto ora che frequento una ragazza. Ho forti attacchi di panico e di ansia per colpa di questa cosa, sto rischiando la depressione. Lo sò, dovrei trovare il coraggio di parlarne col mio medico che mi dirà di fare una visita andrologica, ma non è affatto facile!!! Oggi sono andato per altri motivi e già che cero volevo parlargliene ma non ne ho avuto il coraggio.

Mi serve conforto ditemi che è un problema risolvibile e qualche consiglio su come affrontare il problema.

Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
a 28 anni è molto improbabile che abbia qualcosa di non risolvibile per cui si faccia coraggio e vada dal medico pensando che è come affrontare un mal di pancia. vedrà che parlarne è più facile di quello che sembra.
cordialmente
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Caro Ragazzo,
ansia, depressione e sensi di colpa, di sicuro non aiutano la sfera della salute sessuale.
Parli con il suo curante, saprà di sicuro suggerirle la strada diagnostica e terapeutica da seguire.
Sarebbe utile inoltre, comprendere se gli stati ansiosi sono primari o secondari, alle difficoltà erettive.
Averne parlato con noi, credo le possa dare il coraggio, di farlo dal vivo.
Auguri
[#3] dopo  
Utente 763XXX

Iscritto dal 2008
Ansia e attacchi di panico vari sono venuti dopo. Prima stavo bene, sono problemi che ti devastano psicologicamente...

Devo trovare il coraggio di parlarne col medico anche se il solo pensiero mi mette in agitazione. E se dopo aver superato questo ostacolo dovessi poi scoprire che non è risolvibile e che non posso più tornare come prima...

Per me è stato perfino difficile parlarne qui, vi ringrazio tanto per le risposte .
[#4] dopo  
Dr. Stefano Garbolino
36% attività
4% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

nel suo caso credo sia importante una valutazione congiunta (psichiatrica e sessuologica) al fine di scongiurare l'effetto di interazione reciproco che pare a questo punto abbiano i due fattori da lei indicati.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni già ricevute dai colleghi che mi hanno preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo tipo di tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html .

Un cordiale saluto.