Utente 174XXX
Gentili dottori,
da diverso tempo, direi due o tre anni ormai, ho notato un notevole calo delle erezioni notturne, di tanto in tanto mi capita di notarne alcune molto intense, ma il più delle volte non ci sono o sono incomplete, e la mattina non le noto praticamente mai. Sono stato anche da un andrologo, perché ho iniziato a farmi mille preoccupazioni e temevo di avere problemi di disfunzione erettile, ma la diagnosi è stata quella di ansia da prestazione. Il cialis che mi ha prescritto e che ho preso per un po' di tempo è servito relativamente, a risolvere il problema è stata più la psicoterapia che ho seguito. Ora non ho problemi di erezione né nei rapporti né nella masturbazione, ma mi sto chiedendo se questa rarità delle erezioni notturne (la deduco da un confronto rispetto a quelle che avevo qualche hanno fa) possa a lungo creare problemi, visto che servono per ben ossigenare i corpi cavernosi e tenerli elastici e funzionanti. Potete darmi un chiarimento?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
le erezioni notturne avvengono durante le fasi di sonno profondo dette REM ovvero, più o meno, quando sta sognando. se non interrompe il sonno durante queste non ha la percezione dell'erezione.
cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

Le erezioni notturne, nel corso del sonno, sono diverse dalle erezioni che si verificano al risveglio e che normalmente vengono percepite fintanto che non si va ad urinare svuotando la vescica.
qualche informazione su www.erezione.org.
La teoria che le erezioni notturne debbano servire per garantire una buona ossigenazione dei corpi cavernosi rimane sempre solo una teoria dato che i processi di ossigenazione richiedono genere tempi più brevi.
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Vi ringrazio molto per i chiarimenti, che esistesse una differenza tra erezioni notturne e mattutine proprio non lo sapevo.