Utente 160XXX
Salve, sono Mario ed ho 35 anni; non avevo una vita sessuale attiva con una partner da 3 anni. Ora con la mia attuale partner ho riscontrato problemi di mantenimento dell'erezione durante il rapporto, ovvero l'improvvisa perdita dell'erezione nel bel mezzo del rapporto. Volevo sapere se questo problema e' da considerarsi di natura psicologica, o di natura fisica, poiche' provo nei suoi confronti un forte sentimento cosi' come non lo provavo da qualche anno.
Grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Se psicologico od da causa organica questo è possibile dirlo dopo una attenta valutazione clinica in diretta.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
Spett.li Dottori, ho da poco eseguito le analisi ematiche richiestaMi dal mio andrologo, con i seguenti risultati:
FT3 3,74; FT4 1,25; TSH(MONOCLONALE) 1,610; 17 BETAESTRADIOLO 23; FSH 2,64; LH 4,54; TESTOSTERONE SERICO 7,37; PROLATTINA 210,80; TESTOSTERONE LIBERO 15,00.
Poiche' attualmente Mi e' stato prescritto DeSeo 2cp al di per 2 mesi e levitra 10 Mg all'occorrenza 1 ora prima del rapporto ed ho notato si lievi miglioramenti, quasi impercettibili e comunque Io e la Mia partner riteniamo che programmare il rapporto sessuale in maniera certosina sia comunque deprimente, vorrei sapere anzitutto se alla luce degli esami effettuati secondo Voi sia necessario per me effettuare una cura ormonale, ed infine, se esiste un prodotto che non costringa Me e la Mia partner a dover essere cosi' certosini nel programmare il rapporto per non incorrere in defiances senza dovere effettuare una cosa molto meccanica.
Cordiali Saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ma, oltre alle valutazioni ormonali che ci invia, è stata fatta anche una attenta valutazione ecografica e "vascolare" tramite un ecocolordoppler dinamico delle arterie peniene?
[#4] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
No, non ho eseguito l'esame da voi citato; pero' l'andrologo che mi ha visitato, alla palpazione sembrava quasi sicuro che non vi fosse alcuna problematica del genere.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non è una diagnosi che si fa con una "semplice palpazione".