Utente 132XXX
Gentili dottori ho letto un articolo dove era riportato che avendo frequenti rapporti anali di tipo passivo, si poteva avere un certo grado di congestione prostatica.Volevo domendarvi se anche la penetrazione frequente, con oggetti anche di grande circonferenza possa portare conseguenze a lungo termine alla prostata,per essere piu tranquilli si potrebbe effettuare una visita urologica penso che il medico al tatto possa sentire o meno se ci sia qualche conseguenza.
In attesa di una vostra risposta.
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
I rapporti anali attivi non protetti possono causare prostatiti.Non risulta che i rapporti anali passivi possano comportare prostatite , ma la congestione provocata a livello del plesso emorroidale può comportare, a volte, disturmi minzionali riflessi. Se ha altri dubbi senta un proctologo.

Distinti saluti
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega De Siatiche mi ha preceduto, se poi desidera avere altre notizie su eventuali problematiche urologiche ed andrologiche a livello della ghiandola prostatica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html .

Un cordiale saluto.