Utente 203XXX
salve,
ho sempre sofferto di cervicale, accertata anche tramite lastre (da circa 20 anni) e da circa 2 settimane ho il collo e le spalle molto contratte, non forte dolore nè mal di testa ma sicuramente molto irrigidite, specialmente dopo postura 'da ufficio', cioè seduta davanti al pc.
Questo non mi preoccupa perchè sono abituata a convivere con questo fastidio, ma contemporaneamente questa volta mi capita un fenomeno strano, che non so se sia legato o meno: durante la notte ho cominciato ad avere le mani intorpidite, quasi addormentate, all'inizio pensavo di averci dormito sopra, ma poi è diventata la routine, fino ad adesso che praticamente di notte di più, ma anche durante il giorno le mani specialmente sono sempre non al 100% della mobilità (non so se ho reso l'idea), cioè mi da fastidio digitare alla tastiera, ecc.
Anche se sto seduta molto mi capita che si addormenti la gamba sinistra (ad es in viaggio o se mi sposto col peso verso sinistra).
E' dovuto alla cervicale? Il medico mi ha riprescritto le lastre cervicali, ma è il caso di fare ad esempio un indagine a livello della circolazione (doppler)?
Sono un po' preoccupata perchè adesso è stazionario ma non migliora...
grazie
[#1] dopo  
Dr. Roberto Leo
32% attività +32
8 attualità +8
16 socialità +16
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
con il limite non indifferente di non poterla visitare e di non poter visionare le vecchie radiografie, le rispondo che, anche in considerazione della vetusta' dei problemi che lei ci riferisce a livello del rachide cervicale, la problematica attuale alle mani potrebbe essere da attribuire ancora al rachide cervicale.
Probabilmente oltre alla Rx sara necessario eseguire una RMN.
Sulla base delle risultanze di tali esami si decidera' una cura il piu' adeguata possibile alla gravita' della sua problematica di base.
Per quanto riguarda il PC le consiglio di verificare la posizione esatta in cui lei si pone davanti al computer. Idealmente lo schermo dovrebbe essere davanti esattamente al viso ed all'altezza degli occhi senza obbligare l'ooeratore ad abbasare o alzare lo squardo ne' tantomeno a ruotare il capo per potre lavorare!
La problematica alla gamba va indagata diversamente e non ritengo possa essere con certezza da attribuire alla patologia cervicale di cui si e' parlato.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività +40
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
I disturbi alle mani e alla gamba sinistra potrebbero essere indipendenti e essere così i primi legati alla artrosi cervicale e i secondi a un problema a carico della colonna lombare. Può essere anche che il disturbo alle mani possa essere una manifestazione della sindrome del tunnel carpale; in tal caso le cure sarebbe diverse. Si sottoponga a una visita ortopedica per avere prima di tutto una diagnosi, elemento irrinunciabile per avere poi la terapia più appropriata. Per giungere alla diagnosi potranno essere necessari accertamenti mirati per capire a quale livello sia la causa dei disturbi che lamenta (ad esempio RMN, elettromiografia, ecc, ma questo, ripeto, lo deciderà lo specialista)
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 203XXX

Iscritto dal 2006
grazie a tutti per l'orientamento che mi avete dato e i preziosi consigli, vedrò quanto prima un ortopedico (è che non ero sicura nemmeno dello specialista da cercare).
grazie mille