Utente 175XXX
Gentile dottore,
vorrei sottoporle il nostro caso.
Siamo già a un anno di tentativi mirati, io 37 anni lui 39. Da 6 mesi circa abbiamo cominciato a fare i primi controlli:

IO: 15 anni fa ho fatto un'interruzione volontaria di gravidanza con altro partner. Prendo la TB quasi tutti i cicli, ho fatto per un ciclo monitoraggio follicolare ecografico dal quale risultava un follicolo dominante al 9° giorno e un corpo luteo al 11° g (quindi ovulazione al 10° g circa). Ho fatto una isteroscopia con asportazione di un piccolo polipo del canale cervicale. Pap test, tamponi tutto nella norma, ciclo IRREGOLARE da sempre, nell'ultimo anno ho avuto cicli da 18 a 32 giorni.

LUI: dosaggi ormonali nella norma. È stato individuato un varicocele di II grado e una cisti. Le riporto la descrizione dell'ECOCOLORDOPPLER SCROTALE:
-Esame ecotomografico
Normale spessore degli emiscroti con assenza di falde liquide patologiche. I testicoli appaiono bilateralmente in sede, dimensioni nella norma, entrambi esenti da patologia focale di tipo espansivo, isoecogeni, normale ecogenicità ed omogeneità.
A SX si osserva una cisti della testa dell'epididimo di circa 1.6 cm di diametro max; a DX lieve aumento di volume della testa.
-Esame power doppler
Si evidenzia la normale pervietà dei vasi esplorati, nella norma il segnale delle arterie spermatiche bilateralmente. In ortostatismo ed in condizioni di aumento della pressione endo-addominale (manovra di Valsalva), si riscontra un reflusso dinamico a carico del plesso pampiniforme a SX a configurare un varicocele di grado clinico II.
Assenza di reflussi venosi a DX.
Negativa l'esplorazione di eventuali circoli di rifornimento extrafunicolari.

Questi i valori dello spermiogramma:

Astinenza sessuale: 4gg
Aspetto: Proprio
Volume: 3.2ml
Viscosità: nei limiti
Fluidificazione: Irregorale e ritardata. Fisiologica
PH: 7.8

Concentrazione /ml : 16.000.000
Totale per eiaculato: 51.200.000

Studio motilità
alla II ora: progressiva veloce 25%, discinetica 25%
alla IV ora: progressiva veloce 20%, discinetica 25%

Morfologia
Forme Tipiche: 34%
Forme Atipiche: 66% (Atipie Testa 35, A.Collo 10, A.Coda 25, A.Composite 30)

Leucociti: 350.000
Emazie: Assenti
Elementi Linea Germinativa: Rari
Cellule di Sfaldamento: Rare
Zone di Spermioagglutinazione: Alcune, aspecifiche

SHBG: 35.7
Mycoplasma genitali LS Esame colturale: Negativa

L'andrologo ha concluso che non si può parlare tuttavia di sterilità, ma di valori leggermente sotto la media, rimandando me a fare ulteriori indagini.

Vorrei il suo parere circa l'eventuale approfondimento da effettuare su mio marito o a entrambi magari congiuntamente.
La ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Signora,
la sua età impone la necessità di fare presto. Il consiglio è pertanto quello di completare quanto prima le sue indagini e subito decidere il da farsi valutando con il suo andrologo l'opportunità di cercare di migliorare i parametri seminologici di suo marito.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 175XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la celere risposta.

Resto con un dubbio, non riesco a capire se è il caso di rivolgerci a un centro che analizzi la nostra situazione nel complesso, o piuttosto cambiare andrologo.
Mi spiego meglio non capisco se la situazione grave è di mio marito o è il classico caso di infertilità di coppia.

Cordiali Saluti.
[#3] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
si parla di infertilità di coppia quando la coppia non riesce ad ottenere una gravidanza. L'infertilità può essere per causa maschile, femminile e/o di entrambi. Quindi ci troviamo senz'altro di fronte ad una infertilità di coppia. La valutazione completa della vostra fertilità può essere eseguita anche separatamente da un ginecologo e da un andrologo. Rimane comunque il consiglio di completare l'iter diagnostico con speditezza.
Ulteriori informazioni su questi argomenti può trovarle all'indirizzo www.ambulatoriodiandrologia.it
Cordiali saluti