Utente 176XXX
Ho 55 anni. Ho sempre avuto rapporti sessuali soddisfacenti con mia moglie e anche con altre donne, naturalmente prima di sposarmi.
Ultimamente mi è capitato, che quando prolungo volontariamente il rapporto oltre un certo limite, poi non riesco più a raggiungere l'orgasmo.
Ma, purtroppo, ho anche notato un sensibile calo della quantità dello sperma espulso e una diminuita spinta nell'auto-masturbazione. Anche se con questa pratica raggiungo sempre e comunque l'orgasmo.
Avverto questi disturbi da circa 2 mesi.
Può essere un problema fisiologico e solo psicologico, visto che sto attraversando un periodo particolarmente stressato pieno di problematiche.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la sintomatologia riferita richiede un approfondimento sullo stato prostatico e delle vescicole seminali.Assume dei farmaci per i disturbi urinari e/o per la depressione/stress o per la ipertensione?Da quanto tempo non fa un'ecografia della prostata?Ci aggiorni in merito. Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 176XXX

Iscritto dal 2010
Attualmente non assumo nessun tipo di farmaco. Ho anche parecchia confusione: dovrei fare una visita di controllo da un andrologo od da un urologo, oppure è la stessa cosa?
Conosce strutture specialistiche o professionisti nella mia zona (Sarzana(SP)?
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...va bene sia l'Urologo che l'Andrologo.Consulti il Dr. Gianfranceschi. Cordialita'