Utente 176XXX
gentile dottore da poco piu' di un anno mi sono accorto che durante i rapporti con mia moglie al mio risveglio non riesco ad eiaculare, anche dietro seguente maturbazione. dopo un ora circa dal risveglio tale problema/sintomo non si presenta. vorrei sapere se questo è o potrebbe essere il sintomo di una qualche patologia, o semplicemente normale per me, e se ciò potrebbe influire sulla mia fertilità.
grazie della vostra disponibilità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore ,

non faccia confusione tra disturbi dell'eiaculazione parziali e fertilità.

Il suo sembra essere un problema con una importante componente psicologica tutta da valutare con il suo andrologo.

Nel frattempo, se desidera avere più informazioni dettagliate su queste disfunzioni sessuali, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/228-rapporto-tarda-finire-impotenza-eiaculatoria-fare.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Signore,
mi associo al Dr.Beretta nella risposta.
Sarebbe opportuna una diagnosi clinica effettuata da un andrologo, per inquadrare la sua difficoltà ed escludere cause organiche.
Oltre all'ambito correlato alla fecondità, sarebbe da attenzionare l'ambito correlato alla dimensione ludica e di scambio, della sessualità.
L'aneiaculazione o anorgasmia coitale, solitamente ha cause psichiche profonde e radicate nell'inconscio, causate da un super-io rigido e spesso punitivo, che blocca il libero fruire dell'eccitazione.
Un caro saluto.
[#3] dopo  
Utente 176XXX

Iscritto dal 2010
vi ringrazio per la vostra risposta, sono in parte tranquillizzato visto che non dovrebbe essere di natura organica, aspetterò ancora qualche mese e poi mi rivolgerò ad un andrologo se il problema persiste. di nuovo grazie
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ci aggiorni comunque, se lo desidera.