Utente 133XXX
Buongiorno,
ho partorito a Luglio e un mese dopo il parto si è presentata una dolorosa ragade anale per la cura della quale il mio medico mi ha prescritto i lavaggi con Anonet e la pomata Proctosoll. Ora, la mia perplessità deriva dal fatto che nel foglietto illustrativo la pomata Proctosoll viene indicata come antiemmorroidale e ne viene sconsigliato l'uso in presenza di lesioni. La ragade, se non ho capito male, è una lacerazione per cui le mucose sono danneggiate. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Ha ragione. Credo sia necessaria una rivalutazione specialistica per una eventuale modifica di terapia. Auguri!
[#2] dopo  
Utente 133XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la pronta risposta,
ho già provveduto a fissare un appuntamento con un proctologo.
La saluto, Barbara Murgia
[#3] dopo  
Utente 133XXX

Iscritto dal 2009
Buongiono, dopo il mio secondo parto il problema delle ragadi si è presentato nuovamente accompagnato dalle emorroidi, la mia ginecologa mi ha preiscritto il reparil exin in compresse, tre al dì per 20 gg, ma leggo che questo farmaco non può essere utilizzato in allattamento. Vorrei avere il suo parere, la ringrazio
[#4] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Gentile signora, il farmaco per via sistemica può avere controindicazioni nell'allattamento. Le consiglirei pertanto l'uso dei dilatatori eventualmente associato a piccole dosi LOCALI di creme a base di nitroglicerina per mitigare lo spasmo della muscolatura sfinterica. Per quanto riguarda il problema emorroidario cerchi di migliorare la consistenza delle feci rendendole morbide . Potrà ottenere ciò aumentando l'idratazione e facendo uso di fibra.
[#5] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Buongiorno,
le ricordo che indicazioni terapeutiche soprattutto di tipo farmacologico sono compito esclusivo del medico che la segue e visita personalmente.
Sarebbe inoltre utile una valutazione proctologica per una definizione del problema ed eventuali consigli terapeutici. Auguri!
[#6] dopo  
Utente 133XXX

Iscritto dal 2009
Gentilissimi,
scrivo nuovamente per il problema delle emorroidi. Fino ad ora ho seguito le indicazioni della mia ginecologa senza alcun risultato (reparil exin compresse per ben 20gg). Il mio medico di famiglia dopo aver definito il farmaco inadeguato e anche incompatibile con l'allattamento, ha deciso di sostituirlo con Arvenum 500 compresse (2pranzo+2cena per due giorni per poi passare a 1+1per 5giorni) chiedendomi di interrompere per due giorni l'allattamento al seno, ovviamente continuando ad mantenere il latte con l'aiuto del tiralatte.
Io prima di iniziare la terapia ho voluto assicurarmi che mio figlio gradisse il latte artificiale, ma purtroppo non ne vuole proprio sentire, chiude ermeticamente la bocca, per questo motivo non ho iniziato la terapia. Poichè ho la sfortuna di avere sempre problemi quando i medici di famiglia (sia di base che pediatri) sono in ferie vorrei chiedervi se posso prendere comunque il farmaco, magari con dosi ridotte e allo stesso tempo allattare.