Utente 176XXX
Gentili dottori approfitto sin da subito per complimentarmi con voi e con il sito.Ho 30 anni e da circa una ventina di giorni ho notato che le vene del prepuzio mi si sono gonfiate parecchio,mi provocano un leggero dolore ma piu'che altro una sorta di bruciore,difatti la zona e'molto arrossata.In questo week-end avevo deciso di non avere rapporti con la mia partner pensando che il tutto fosse il sintomo di una infiammazione,tuttavia pur non avendo avuto rapporti,nell'intimita'ho constatato che durante l'erezione il glande rimaneva coperto,ovviamente ho subito sospettato una fimosi.Premetto che non ho mai avuto problemi di fimosi o altro.Ho chiamato il medico di base e mi son fatto prescrivere una visita andrologica che dovrei fare tra circa 2 settimane,chiedevo secondo voi quale patologia poteva essere?C'e'da preoccuparsi?e'una cosa grave?potrebbe essermi venuta una fimosi e se si perche'?ci sara'bisogno inevitabile d'intervento chirurgico?Aiuto!!!! sono molto preoccupato potreste nel limite del consulto on line darmi un vostro giudizio sul problema?Attendo una vostra cortese risposta l'ansia e'tanta.....vi ringrazio distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,una fimosi secondaria,in genere,e' dovuta a quadri infiammatori, non sempre legati ai rapporti sessuali.In tal caso la terapia non e' chirurgica, bensi' farmacologica.Credo che sia abbastanza inesperto,altrimenti non avrebbe fatto trascorrere tanto tempo prima di contattare, telefonicamente,un medico e di programmare una visita specialistica...Altro,per via mediatica,non e' possibile aggiungere.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 176XXX

Iscritto dal 2010
Salve dottor izzo la ringrazio per la risposta,in effetti mi posso ritenere alquanto inesperto dato che in passato non ho mai avuto patologie simili,in realta'avevo escluso che dipendesse da situazione legata al rapporto sessuale,avevo pensato a qualche infiammazione senza pero'escludere la natura traumatica (anche se non ricordo come possa essere accaduto)....la paura nasceva appunto dal fatto che la zona del prepuzio si presenta molto arrossata,gonfia e la pelle risulta secca ed allungata e impedisce la fuoriuscita del glande in erezione mentre a ''riposo''vi e'una leggera resistenza,si vede comunque che il prepuzio e'ristretto e fatica la trazione.Se fossimo in presenza di una fimosi secondaria ritiene dunque che la cura possa essere solo di tipo farmacologico?a cura finita ritiene che possa tornare tutto nella normalita'?Un ultima cosa pensa che il medico di base possa consigliarmi qualche terapia in attesa della visita andrologica? La ringrazio molto saluti.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...solo una visita diretta puo' far seguire una terapia chge,credo,sara' farmacologica.C'e' diabete in famiglia?.Cordialita'.
[#4] dopo  
Utente 176XXX

Iscritto dal 2010
salve dott.izzo in famiglia non si riscontra nessun caso di diabete se non una sorella di mia nonna....la situazione pareva essersi un po'normalizzata ma stamane riscontro anche dei tagli al prepuzio...saluti
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...ci informi sull'esito della visita specialistica.Cordialita'.