Utente 399XXX
Caro dottore,mi chiamo Fulvio,e sono qui oggi per chiederle un consulto su di un disturbo,che oramai mi porto dietro da molti anni.Ho 32 anni,e da circa 15 anni soffro in modo continuativo di colon irritabile.Questa "malattia" mi e' stata diagnosticata dopo avermi fatto,circa 5 anni fa una colonscopia.Nel colon tutto era regolare e non c'erano alterazioni.Il medico mi consiglio' dei fermenti lattici,ed una dieta,ma la situazione non e' migliorata.Il mio disturbo si e' sempre presentato con alterazioni della frequenza di defecazione,in alcuni giorni avevo fastidio alla parte sinistra inferiore dell'intestino,con conseguente stitichezzamalcuni altri avevo delle feci incomplete e piene di acqua.La cosa pero' era abbastanza sopportabile,senza tralasciare che defecavo circa tre volte al giorno,e se per qualsiasi motivo diventavano due,sicuramente la sera i dolori di pancia erano maggiori.Diciamo che la vera diarrea mi veniva circa una volta al mese,ma durava solo un giorno con al massimo due scariche,poi durante i giorni successivi tutto si calmava.E' pero' da circa 4 mesi che quaesta situazione di calma apparente si e' guastata,infatti in concomitanza con un problema fisico della nonna di mia moglie,il mio intestino ha iniziato a fare le bizze.Infatti circa 4 mesi fa ,la nonna di mia moglie,dopo un ricovero in ospedale,per un ictus,tornata a casa ha dovuto lottare per un diarrea persistente che non voleva passargli.Il suo medico gli aveva fatto fare tutti i controlli possibili sulle feci,ma non aveva trovato nessun batterio particolare.Quindi aveva pensato che potesse aver preso un batterio molto forte ,chiamato "clostridium difficilis",che si puo' prendere in ospedale.Il fatto e' che la nonna di mia moglie adesso sta bene,ed io no,e non vorrei aver preso qualche strano batterio intestinale.Le dico questo,perche' adesso il mio defecare e'molto sballato,e' possibile che in una settimana vado "bene"per due giorni e ne alterno due di diarrea!!!La mia paura piu' grande comunque non sarebbe il "batterio"ma di avere qualcosa di piu' serio all'intestino,tipo morbo di chron o colite ulcerosa.So che queste malattie fanno emettere dall'intestino del sangue,ed io fino adesso non l'ho mai visto,ma ho comunque paura.Vorrei fare un controllo sui batteri nell'intestino,ma non so quali bettri andare a cercare,ed vorrei anche cercare il sangue occulto,prima di rifare una colonscopia di controllo.Lei cosa dice??Quale batterio posso ricercare nelle feci??E' possibile che abbia una colite ulcerosa anche senza emettere sangue rosso???Alcuni giorni defeco delle feci molto scure,senza apparentemente aver mangiato nulla di scuro il giorno prima,non e' che nelle feci c'e' del sangue??La ringrazio se vorra' rispondermi!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile utente,

credo, visto che ha avuto una frequentazione con i medici che hanno la possibilità di assisterla, che le sia chiaro che questa condizione sia in parte determinata anche da una condizione di stress o ansia.

consideri inoltre i noti limiti di una valutazione a distanza.

la presenza dei batteri nell'intestino sono una condizione non alterabile soprattutto nel loro equilibrio e sulla loro funzione.

sarebbe inutile quindi andare a studiare.

per quanto riguarda il successivo studio colonscopico direi che l'indicazione al prossimo esame dovrebbe essere data dal suo medico curante o lo specialista che la segue. vista la sua giovane età ed in relazione al referto che lei riferisce non sembrerebbe essere necessario un ulteriore controllo se non dovesse comparire una modificazione dei sintomi.

mi tenga informato

cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2007
Caro dottore,la ringrazio per la sua risposta,ma nell'ultima settimana,l'intestino sta peggiorando in modo esponenziale.Ho preso dei fermenti lattici anti diarroici"codex",e della "argilla" e nel caso particolare il dottore mi ha prescritto "diosmectal",ma il problema non si risolve,ed io al lavoro devo andare sempre in bagno,e questo mi porta dei gravi problemi.Cosa posso fare??Ho effettuato dei test sul sangue occulto ed ho fatto una "coprocoltura" ma no avro' i risultati fino ad venerdi,intanto cosa posso fare??Non posso aspettare venerdi,per un eventuale trattamento,perche' cosi' tutta la settimana sarei in balia di questa diarrea e non potrei nemmeno lavorare.Mi dia un consiglio,ma penso che sia ora di rifare una colonscopia,anche se questa nell'immediato so che e' impossibile farla.
[#3] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
eseguire l'esame da lei menzionato non credo sia opportuno, sempre in considerazione dei limiti di una valutazione a distanza, ritengo inoltre che forse sia più opportuno ritornare dal medico che le ha prescritto i farmaci che lei sta assumendo. certamente lui avrà maggiori possibilità di modificare la terapia in coro.

cordiali saluti