Utente 108XXX
buongiorno sono stato colpito da trombosi, diagnosi alla dimissione: trombosi venosa profonda femoro-poplitea sx in soggetto con propabileresistenza alla Prot. C (fattore V di Leyden) la cura è di un gastroprotettore e il SIntrom da dosare in base all'INR, piu una calza contenitiva, ma dolori al polpaccio, chiedo se posso prendere qualche antidolorifico al bisogno tenedo conto della cura in atto?
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
I comuni antidolorifici interferiscono con l'azione degli anticoagulanti orali potenziandone l'effetto, anche se una somministrazione occasionale potrebbe essere tollerabile tenendo sotto controllo l'INR.
Occorre che ne parli con chi la segue, che va necessariamente messo al corrente, al fine di concordare la condotta più opportuna.
Il dolore al polpaccio dovrebbe essere sufficientemente controllato già dall'azione di una adeguata elastocompressione associata a prudente mobilizzazione.
[#2] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
gentile dottore nel ringraziarla per la sua risposta le chiedo se il collant devo indossarlo continuamente o alla notte devo toglierlo? ho 2 versioni contrastanti l'angiologo dell'ospedale mi dice che devo camminare sino a quando il dolore me lo permette, invece il chirurgo vascolare mi dice che devo stare a letto, a chi dare ascolto?
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Non deve meravigliarsi, poiché sull'argomento esistono diverse correnti di pensiero.
In realtà è dimostrato che l'immobilizzazione non riduce, anzi forse accresce, il rischio di mobilizzazione di trombi verso il circolo polmonare.
Anche se comprenderà la difficoltà di fornire pareri contrastanti con quelli che le sono stati già forniti, è mia opinione (ma non solo mia) che una deambulazione senza eccessi CON APPOSITA CALZA ELASTICA e sotto efficace anticoagulazione è l'opzione attualmente più accreditata.

IL TUTTO SEMPRE CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA