Utente 179XXX
Salve, sono un ragazzo di 22 anni, e temo di soffrire di eiaculazione precoce, premetto che ho rapporti sessuali cn la mia compagna da diversi mesi, ma il problema persiste.
Non penso possa essere un problema di flenulo corto in quanto il pene si scappella completamente sia rilassato che eretto.
Non penso inoltre che sia ipersensibilità del gande in quanto riesco a toccarlo tranquillamente senza esercitare una pressione esagerata.
Spesso però sono soggetto ad una forte eccitazione (delle volte la ritengo esagerata tant'è che capita di trovarmi lievemente bagnato anche semplicemente baciandoci), e questo mi porta ad essere estramente sensibile, durante la penetrazione non riesco a spingere bene, dopo qualche spinta arrivo vicino al punto di non controllo e delle volte nemmeno riesco a controllarmi (passo dalle 2 o 3 spinte, alla decina, senza una logica).
Spesso con la mia partner abbiamo un secondo rapporto, anche subito, durante questo rapporto non ho alcun problema di sensibilità, anzi delle volte fatico addirittura ad eiaculare(molta fatica per farlo, una volta non ci sono arrivato). Ma durante il secondo rapporto il desiderio Cala drasticamente,
e spesso mi ritrovo ad avere tale rapporto per dare un po' di piacere anche alla mia partner.
Non ho alcun problema con lei, accetta il mio problema e mi capisce, nn chiede lei di ripetere il rapporto, è una scelta prettamente mia. Ma penso che la durata del secondo rapporto sia legata anche al calo del desiderio.

Non so come comportarmi ne cosa fare. Ho bisogno di qualche consiglio. Vorrei sapere se si tratta davvero di eiaculazione precoce e in ogni caso,
come risolvere tale incoveniente. Se non ha modo di aiutarmi se puo' dirmi chi contattare e come, se è possibile avere una consulenza e/o visita gratuita per risolvere questo problema.
Ho davvero bisogno di aiuto.
la ringrazio per il tempo dedicatomi, Distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
dato il tempo di latenza eiaculatoria che descrive direi che potrebbe giovarsi di una visita andrologica ottenibile presso la sua ASL con richiesta del medico di base.
cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

è abbastanza frequente nei giovani di avere una eiaculazione estremamente rapida e non gestibile nel primo rapporto ma di averla in tempi più accettabili nei rapporti successivi.
Potrebbe essere importante non "farsene un chiodo fisso" e avere rapporti anche frequenti con la sua donna che, invece, sembrerebbe essere disponibile a vivere il rapporto in maniera più razionale.
In genere non ci sono problematiche fisiche particolari ma , comunque, una chiaccherata con un andrologo che possa valutare la situazione, scoprire eventuali problemi e suggerire possibili rimedi non è assolutamente sbagliata
cari saluti

[#3] dopo  
Utente 179XXX

Iscritto dal 2010
ringrazio entrambi i dottori che prontamente hanno risposto in modo cordiale efficiente e rapiddisimo ^^,ne approfitterei per chiedere se nelle asl della mia città è possibile rintracciare un andrologo, o in qualche consultorio, se devo contattare obbligatoriamente il mio medico e se la visita ha un costo elevato?