Utente 428XXX
Gentili Dottori,

qualche anno fa ho subito una frenulo plastica poichè lo stesso era affetto dalla patologia del frenulo corto. Tutto è andato bene e sono passati circa 10 anni.
Tuttavia di tanto in tanto ho dei piccoli fastidi. Ovvero compaiono piccolissime porzioni di pelle biancastra, nell'area dove prima c'era il frenulo, che a volte si possono lesionare fino al sanguinamento. Naturalmente si tratta per fortuna di manifestazioni sporadiche. Altre volte ho come avuto una macchietta di sangue sottopelle che poi si è riassorbita. Penso sia opportuno sottolineare che ho una leggerissima dermatite alla cute e alcune zone della faccia ormai da alcuni anni.

Resto in attesa di una risposta o a disposizione x fornire ulteriori informazioni

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Difficile risponderLe senza un esame clinico.
Esegua una visita specialistica.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2007
Molte grazie.

può capire dalle mie parole se si tratta di un'inezia o di qualcosa che andrebbe trattato con una certa serietà.

Cordiali saluti

Cristiano
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile Cristiano,

dalla descrizione del suo caso, in via non vincolante vista la sede telematica è comunque possibile trarre talune deduzioni che solo la sede VENEREOLOGICA (con il medico specialista esperto di cute e mucose genitali) potrà elucidare; per inciso:

1) 10 anni da un intervento di frenuloplastica non sono verosimilmente con una situazione incipiente o l'intervento di frenuloplastica eseguito a 25 anni nascondeva anche qualcos'altro : delle due , l'una.

2) la descrizione clinica di "porzioni di pelle biancastra" mi pongono seri dubbi a riguardo di una patologia molto diffusa (ma ancora poco nota e molto sottostimata dal genere maschile: in questo le nostre complementari di sesso femmilile sono indubbiamente più attente ed informate) denominata "LICHEN SCLEROSUS"

3) tertium, sappia che sono molte le situazione Venereologiche che possono porsi con atteggiamenti simili a quello che descrive: non ultima una VITILIGINE PENIENA evocata da un traumatismo anche piuttosto datato : tale fenomeno tipico di zone precedentemente sottoposte a traumi (fisici etc.) è conosciuto come "isomorfismo reattivo di koebner"

Eccuettuata la serietà della patologia LICHEN SCLEROSUS, le valga conoscere che in ogni caso, un approccio specialistico soprattutto nelle fasi incipienti della malattia (ma è possibile e necessario intervenire con terapie MEDICHE in ogni fase della patologia) porterà alla luce e potra inquadrare con cura la situazione, anche in virtù della relativamente lenta manifestazione e progressione del suo caso.

Pertanto, massima serenità ma non procrastini oltremodo la visita specialistica che le ho consiliato; questo per la sua Salute ed il suo Benessere.

Cari saluti.
DOTT. LAINO
SPECIALISTA VENEREOLOGO, ROMA
[#4] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2007
Gentile Dottore,

Mille grazie per il suo circostanziato e prezioso commento.

Le porgo i mie più cordiali saluti


Francesco
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
quello che Lei descrive merita un attento controllo specialistico Dermatologico. Mi trovo in perfetto accordo con quanto sotenuto dal Collega LAINO nella Sua risposta, pertinente e professionale come di solito.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
anch'io sono daccordo nella necessità di un approfondimento dermatologico