Utente 181XXX
dottore , sono un ragazzo di 19 anni e ho un problema che ormai non riesco piu a sopportare , non sono capace di fare l amore con la mia ragazza. ogni volta ke stiamo per farlo il mio pene non e mai abbastanza duro e anche se rieco ad andare dentro ,duro poco, vengo e poi il mio pene diventa mollo. Quello che trovo strano e che molto spesso il giorno dopo aver fatto la mia brutta figura , se proviamo a farlo , riesco ,pero poi il problema ritorna e devo fare di nuovo la mia brutta figura! il problema e che non voglio piu fare queste brutte figure anche perche ci e difficile trovare 2 giorni attaccati per poterlo fare. inoltre dopo aver fatto la mia brutta figura se entro il giorno dopo nn lo faccio eiaculo involontariamente alla notte perche mi trovo tutto pieno di sperma nelle mutande. vorrei sapere qual e il mio problema e cosa posso fare per guarire! la prego mi aiuti non so piu ke fare!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,l'unica via percorribile e' quella di rivolgersi al Suo medico di famiglia e prenotare una visita andrologica che Le chiarisca le idee e ridimensioni le ansie che,particolarmente alla Sua eta',possono intervenire e minare ulteriormente il Suo equilbiro psico-fisico-sessuale.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Caro Ragazzo,
mi associo al Dr.Izzo nella risposta.
Un" secondo rapporto riparativo", non è d'obbligo, nè sempre facilmente attuabile e, quando non si verifica, concorre ad amplificare ansie ed incertezze.
Prima ed importantissima tappa, diagnosi andrologica, che possa valutare il quadro clinico, correlato al suo disturbo; se lo desidera, in un secondo momento, qualche colloquio di counseling psico-sessuologico, sarebbe utile per conoscersi meglio,sia sotto il profilo emozionale che sessuale.
Cari auguri
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,


sono abbastanza frequenti i casi di giovani che pur percependo una buona rigidità del pene con la masturbazione o con gli stimoli manuali propri o della partner nella fase dei preliminari non riescono a mantenere la rigidità peniena il tempo adeguato alla penetrazione ed al completamento del rapporto sessuale con il conseguente stato di delusione, ansia, panico.
Molti di questi casi sono legati ad una patologia vascolare da Incompetenza del Sistema Veno Occlusivo Cavernoso che impedisce al sangue di essere bloccato nei corpi cavernosi per tempi sufficienti qualche informazione in più su www.erezione.org
A mio parere i problemi emotivi, emozionali, psicologici....sono quasi sempre conseguenza del problema piuttosto che causa.
Un valido andrologo potrebbe aiutarla
cari saluti