Utente 554XXX
Gentili dottori
sono all'inizio della mia seconda gravidanza. Il primo parto è terminato con cesario per scelta del mio ginecologo a causa della patologia di cui sono affetta da quando ho 15 anni ovvero lichen sclero atrofico vulvare. Il ginecologo che mi segue ora ( il primo è andato in pensione) vorrebbe farmi partotire naturalmente. Vorrei sapere se questa malattia alla vagina potrebbe creare problemi durante il parto e quali conseguenze portare. Voi come dermatologi cosa consigliereste??

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
per la vagina non c'è problema , però per quanto riguarda la vulva andrebbe valutato il quadro di sclero atrofia, che in alcuni casi va ad esitare verso la craurosi vulvare, con"irrigidimento" dei tessuti e atrofia con frequenti fissurazioni e fenomeni distrofici.Tutto ciò non si gioverebbe della dilatazione , ovvia , che avviene durante un parto naturale, con possibilità di "spacchi" ragadiformi e difficoltà varie .
Verosimilmente , se il quadro è impegnativo, è meglio il cesareo.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 554XXX

Iscritto dal 2008
è proprio quella la mia preoccupazione di lacerarmi tutta vista la situazione...come sarebbe opportuno procedere secondo lei??? valutare al termine della gravidanza??? il ginecologo parla di episiotomia ma in questo caso basterebb???
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
La valutazione va fatta ora.
E se le condizioni sono quelle di cui si è parlato, allora propenderei per il cesareo.
L'episiotomia si fa quasi per tutte le partorienti , ma lei ha una patologia vulvare che potrebbe dare qualche problema. E d'altronde anche il precedente ginecologo aveva fatto la stessa valutazione.
PS Dico "potrebbe" perchè non conosco il reale stadio della malattia.
Cordialità
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

con terapie mirate si riesce ad ottenere dei risultati importantissimi, soprattutto in termini di infiltrazione infiammatoria e di elasticità dei tessuti: ancora, se esistono sinechie (saldature) di particolari parti della vagina, si può procedere ad un rimaneggiamento dei tessuti.

La visita dermatologica in questi casi è fondamentale per stabilire se il parto possa essere effettuato con tranquillità: personalmente la consiglio per tutto quello che le ho comunicato.

cari saluti