pene  gel  
 
Utente 183XXX
Buona sera Sig.dermatologi,è da un anno che ho un problema di arrossamento e spellamento al pene.Ho chiesto al mio medico di famiglia di effettuare un tampone dal quale dopo le analisi risultò positivo ad un infezione di un bacillo l' Haemophilus Parainfluenzae carica ++-- allora mi ha prescritto l'uso per 10 giorni di antibiotico amoxicillina e acido clavulanico.Inizialmente passarono le infiammazioni poi due giorni finita la cura tornarono le infiammazioni , allora decisi di andare dal dermatologo.Alla visita disse che per lui non c'era niente disse di aspettare 15 giorni e di rieffettuare un tampone.durante questi 15 giorni sul mio pene si presentava una pellicina che ricopriva sia il glande e sia il prepuzio che durava 3 giorni e poi si staccava con i lavaggi,e ho notato che quando si forma quella pellicina sotto nella parte coperta spariscono sia le infiammazioni che le lacerazioni.Dopo i 15 giorni feci il tampone che risultò negativo,tornai e dissi al dermatologo della pellicina e lui diceva sempre che era una cosa che poteva essere causata dal bacillo, mi prescrisse una schiuma ginecologica per i lavaggi.Facendo uso di questa schiuma lo stesso migliorava un po fino al quarto giorno di applicazione che notai un raggrinzimento della pelle, un colore bordò scuro e tutta la pelle del glande era in tira come in un caso di fimosi,allora feci uso del balanil gel e in 2 giorni tornò normale. Riandai di nuovo dal dermatologo ( che per andarci devo aspettare una settimana che scende dal suo paese solo il venerdì ) e per lui lo stesso continuava a dire che non avevo niente e mi disse di continuare i lavaggi con balanil lavaggio che è un prodotto buono e di applicare Abilast biogel per le infiammazioni.La situazione è questa che il pene è sempre arrossato soprattutto dopo la notte per non parlare dei rapporti sessuali (protetti) interrotti da tanto io pensavo fosse magari il lubrificante ma non è così anche solo durante un erezione di presenta l'arrossamento.Adesso volevo chiederle cosa ne pensa di questa situazione.Ah la pellicina continua sempre a riformarsi,non vorrei mancare di rispetto a nessuno ma secondo me è che il mio pene durante i rapporti con un altra ha incontrato il bacillo,e ha attraversato un periodo di scappocchiamento,di cui la pelliccina non riusciva a ricostruirsi a causa dell'infezione.Adesso non ho piu l'infezione ma è il pene appunto senza questa pellicina e non capisco perché non riesce a riformarsi.Ora chiedo a voi dato che sto spendendo una fortuna senza grandi risultati e sono molto abbattuto per questo perché non si riesce a risolvere il problema anche dopo tutte queste consulenze alle quali non mi sono mai trovato al mio agio.
Adesso ho ancora i rossori che si fanno più frequenti e la pelle si raggrinzisce sempre..vi ringrazio anticipatamente
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

Sebbene in via telematica un vaso di balanopostite - balanite può essere più che plausibile:
ora visto il tempo di durata di questa situazione direi che ogni quadro potrebbe essere complicato da terapie incogrue ed altre situazioni dermatosiche insorte.

Solo l'esperto venereologo le chiarirà la situazione - lemauguronquindi di risolvere presto il suo problema.

Carissimi saluti
[#2] dopo  
183259

dal 2011
La ringrazio della tempestività della risposta,comunque il dermatologo che mi ha visitato è anche venereologo,potrei farle una domanda non è che sia il glande che il prepuzio si sono abituati all'assenza di un'eventuale pellicina che ricopre il pene e magari ha bisogno di essere stimolata alla ricostruzione,potrei pure mettere delle foto di quando si forma la pellicina e di quando ci sono gli arrossamenti dato che li ho pure in questo momento,potrebbe magari consigliarmi anceh qualche detergente adeguato?per ora faccio uso di balanil lavaggio e gel che mi danno sollievo.asptto sua risposta