Utente 706XXX
Mio marito soffre da qualche anno di fibrillazione atriale e ipertensione.
Le crisi di fibrillazione vengono risolte con il Rytmonorm 150.
Due anni fà ha avuto uno svenimento, che a detta dei medici è stato causato appunto da questo medicinale.
Gli è stato impiantato un pacemaker per permettere di assumere il Rytmonorm senza problemi.
Ultimamente però queste crisi avvengono a distanze sempre più ravvicinate (10 - 15 giorni).
Il medico di base dà la colpa alla cattiva digestione che gonfiando lo stomaco preme sul cuore scatenando la crisi.
In effetti ultimamente, cosa mai successa prima, ha difficoltà digestive che procurano aerofagie fastidiose.
Può essere questa la causa? Mi consigliate un controllo dal gastroenteorologo, per escludere magari un'ernia iatale?
Attualmente assume Lansox 30

Gli altri medicinali che assume sono:
Sotalex 80
Coaprovel 15o
Ascriptin
Teraprost, come preventivo per la prostata

Ringrazio anticipatamente chi mi risponderà.
Ho già avuto altre occasioni per interpellare questo sito e mi sono sempre trovata molto bene.



Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
le crisi improvvise di fibrillazione atriale possono in realtà essere scaturite da una infiammazione gastrica, per cui l'indicazione datale dal curante può essere giusta, tuttavia in tali casi è sempre opportuno effettuare una valutazione della funzionalità tiroidea e una valutazione cardiologica globale (visita ed Holter ECG 24h ad es.). Afferisca pertanto al cardiologo curante per ulteriori indicazioni.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 706XXX

Iscritto dal 2008

Egr. dr. Martino

La ringrazio infinitamente per la sua cortese e sollecita
risposta.

Le visita cardiologica globale la effetua ogni
anno dopo l'inserimento del pacemaker.
Ma non mi risulta che gli abbiano fatto una
valutazione della funzionalità tiroidea.
Quindi dirò a mio marito di farne richiesta.

Ancora grazie a Lei e a questo sito che è di grandissima
utilità.

La saluto cordialmente.
[#3] dopo  
Utente 706XXX

Iscritto dal 2008


Sono ancora a disturbarla per dirle che il controllo
della funzionalità tiroidea è stato eseguito.

Risultato: TSH RIFLESSO - O,973

Quindi nella norma.

Ora effetuerà ancora una gastroscopia per vedere
se è presente un'ernia iatale.

Però la domanda he voglio farle è se queste
abbastanza frequenti fibrillazioni atriali,
possono danneggiare ulteriormente il cuore.

La ringrazio se sarà ancora così gentile
da rispondermi.
[#4] dopo  
Utente 706XXX

Iscritto dal 2008

Poichè non ho ricevuto risposta al mio precedente post.
Torno a ripetere la domanda, nel caso vi fosse stato qualche disguido:








Risultato: TSH RIFLESSO - O,973

Quindi nella norma.

Ora effetuerà ancora una gastroscopia per vedere
se è presente un'ernia iatale.

Però la domanda he voglio farle è se queste
abbastanza frequenti fibrillazioni atriali,
possono danneggiare ulteriormente il cuore.

La ringrazio se sarà ancora così gentile
da rispondermi.