Utente 188XXX
buon giorno dottore,tra pochi giorni compio 26anni.....ho un problema,che mi ha messo in allarme in una maniera assurda.......sto con una ragazza da quasi un mese,e sistematicamente capita ogni santa volta,che quando lei mi masturba(senza farmene venire),il tempo che non lo tocca piu' per 2 secondi mi si ammoscia,e deve ricominciare tutto di nuovo,ovviamente lei cerca di farmi eccitare,in tutti i modi,se non mi dovesse toccare piu'(come le ho detto prima)anche per 2stupidi secondi,si ammoscia....un altra cosa che mi è successo e che quando lo stavamo per fare,l'avevo eretto e il tempo di mettere il preservativo mi si è ammosciato.....non so piu' cosa fare!lei cerca di rassenerami dicendomi che lo superemo insieme,capendo dove stà il problema......io nn so+cosa devo fare?mi sento perso...datemi una mano...
cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

da quello che ci racconta non possiamo indicarle una possibile e certa causa; tutto può essere in causa(problemi psicologici, organici od altro).

Vista la sua "giovane" età, approfitti di questo "disturbo-malessere", per conoscere finalmente , se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia.

Impari dalla sua compagna che sicuramente ,già da anni, conosce il suo o la sua ginecologa.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Ragazzo,
mi associo al DR.Beretta nella risposta.
Le suggerirei come prima tappa una visita andrologica al fine di inquadrare bene il disturbo dal punto di vista diagnostico( A Catania può trovare andrologi competenti),comprendere cioè se la perdita dell'erezione a segiuto di una riduzione della stimolazione sessuale, sia imputabile ad una causa organica o a cause psichiche, emozionali, relazionali o, altro...
Qualche colloquio di counseling psico-sessuologico, potrebbe esserle utile per lenire l'ansia e conoscere i meccanismi che regolamentano la sua sessualità.
Cari auguri