Utente 152XXX
Buongiorno, da 4 anni assumo 30 gocce di Benzodiazepina (Minias) ogni giorno per problemi depressivi, purtroppo non sono mai riuscito ad interrompere l'assunzione. Da 10 anni soffro di una prostatite che si rinnova ogni anno, seguo norme alimentari e sanitarie quasi perfetto, faccio sport e seguo una vita relativamente poco stressante. Il mio problema è che da anni cerco di avere un figlio ma i miei spermiogrammi sono sempre uno peggio dell'altro, più passa il tempo peggio sono le mie analisi, in contrapposizione a questo l'ultima mia visita dall'urologo a metà novembre 2010 è stata molto buona, la prostata l'ha trovata di ottima dimensione e non dolorante ed infatti sono mesi che non soffro di disturbi erettivi e testicolari.
Il mio problema di astenozoospermia può derivare dall'assunzione di Minias ? e se si, posso migliorare la situazione diminuendo l'assunzione o il danno è fatto ?

Grazie infinite.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ernesto Fina
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Non vi è nessuna correlazione tra l'assunzione delle benzodiazepine e la oligoastenospermia.Piuttosto potrebbe esserci un varicocele,ma credo che il suo urologo glielo avrebbe diagnosticato.E' importante un inquadramento dell'asse ormonale maschile e,se necessario,una terapia con gonadotropine per migliorare il numero e la vitalità degli spermatozoi
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

ma quali solo i "numeri" reali che caratterizzano il suo liquido seminale?

Detto questo poi si ricordi che una dispermia e l'eventuale difficoltà ad avere un bambino sono situazione cliniche complesse che richiedonon sempre una attenta valutazione clinica da parte di un esperto andrologo con chiare competenze in patologia della riproduzione umana.

Mai prendere facili suggerimenti avuti via internet e comunque, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste problematiche, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/660-miti-realta-maschio-infertile.html .

Un cordiale saluto.